Lombardo (MSBC) risponde a “Le Vetrine di via Garibaldi”: “Piante rimosse per errore, stiamo provvedendo a riposizionarle”

Il presidente di MessinaServizi Bene Comune risponde all'associazione di commercianti della via Garibaldi, che in un comunicato diffuso in mattinata chiedeva maggiore comunicazione tra l'Amministrazione e le associazioni che operano in città
MESSINA. Il presidente di MessinaServizi Bene Comune, Giuseppe Lombardo, risponde all’associazione di commercianti della via Garibaldi, che in un comunicato diffuso in mattinata chiedeva maggiore comunicazione tra l’Amministrazione e le associazioni che operano in città in merito alla rimozione delle fioriere per il passaggio della Vara.
La rimozione delle piante è stato un “atto reso necessario per la sicurezza della manifestazione. C’è stato qualche errore e abbiamo riposizionato le piante che sono state tolte. Messinaservizi Bene Comune  é sempre stata attenta alle esigenze dei commercianti, sia  di quelli di Via Garibaldi, come degli altri del resto della città, cercando sempre di collaborare insieme  per quanto riguarda la raccolta di carta e cartone, la pulizia delle strade o altri servizi”.
Lo annuncia il presidente di Messinaservizi Bene Comune Giuseppe Lombardo che aggiunge: “Dispiace constatatare che l’associazione ‘Le Vetrine di via Garibaldi’ e alcuni consiglieri di quartiere vogliano strumentalizzare  la rimozione delle fioriere da via Garibaldi per la processione della Vara, descrivendolo come un atto imposto dall’alto e affermando che é mancato il dialogo con l’amministrazione. Si è trattata invece, di un’azione annunciata nei provvedimenti per l’organizzazione della processione della Vara, che si è verificata anche negli scorsi anni, e aveva solo l’obiettivo di togliere piante abbandonate dal percorso della processione. Una decisione, tra l’altro, imposta anche da esigenze di sicurezza per il corretto svolgimento della manifestazione”.
“Ci scusiamo per qualche episodico eccesso di zelo da parte di qualche operatore, che ha tolto erroneamente  oltre quelle abbandonate, qualche pianta in più  di proprietà di alcuni commercianti; appena ci siamo resi conto dell’errore,  personalmente mi sono recato dai commercianti e mi sono scusato con loro e le piante sono state ricollocate al proprio posto”.
“Abbiamo comunque  inserito nello spartitraffico di via Garibaldi  anche alcune piantine dove erano mancanti. Da parte di Messinaservizi Bene Comune – conclude Lombardo – ci sarà sempre la massima attenzione verso  tutti i commercianti e siamo pronti a collaborare insieme per il decoro della città”.

Lascia un commento

avatar
400