«Messina Partecipa»: il programma e gli ospiti del primo festival della partecipazione nella città dello Stretto

Organizzato nell’ambito del progetto sulla democrazia partecipata “Le Agorà di Messina”, si terrà domani a Villa Cianciafara, dalle 9.30 alle 20.00

 

MESSINA. Si terrà domani, venerdì 14 Giugno, a Villa Cianciafara, il primo festival della partecipazione di Messina, organizzato nell’ambito del progetto sulla democrazia partecipata “Le Agorà di Messina” dell’organizzazione internazionale no-profit “The Democratic Society”, che lavora dal 2017 nel territorio messinese.

In questa edizione di “Messina Partecipa”, in programma dalle ore 9.30 alle 20.00, si lavorerà insieme ai cittadini su tre temi: “Innovazione delle pratiche di coinvolgimento dei cittadini nei processi decisionali”, “Inclusione di giovani, donne e fasce della popolazione generalmente escluse” e “Rigenerazione partecipata degli spazi pubblici”.

La mattinata si aprirà con i saluti a cura di Francesca Attolino, responsabile italiana di The Democratic Society. A fare gli onori di casa, interverrà il professor Giuseppe Amedeo Mallandrino e a seguire i saluti istituzionali di Davide Siracusano, presidente della II Circoscrizione. Seguirà poi la presentazione delle attività del progetto ‘’Le Agorà di Messina’’ a cura del responsabile locale Ivan Tornesi e dei partecipanti del gruppo direttivo e strategico del progetto.

Oggetto della tavola rotonda, prevista dalle ore 11.30 e le 13.00, sarà la rigenerazione partecipata degli spazi pubblici e la capacità di alcuni di questi di creare comunità. Al dibattito parteciperanno: Roberto Covolo, Assessore Comune di Brindisi, Chiara De Grandi, Architetta e Progettista Civico e Pier Paolo Zampieri, Sociologo Università di Messina.

Il pomeriggio si aprirà con due sessioni di workshop. Nella prima, i partecipanti verranno divisi in tre gruppi tematici: “Innovazione delle pratiche di coinvolgimento dei cittadini nei processi decisionali”, “Inclusione di giovani, donne e fasce della popolazione generalmente escluse” e “Rigenerazione partecipata degli spazi pubblici”. I gruppi di lavoro saranno facilitati da Fabio Bruno di Start Up Messina, Maria Andaloro di Posto Occupato e Pier Paolo Zampieri. Nella seconda sessione, tutti i partecipanti si riuniranno in plenaria per la restituzione e l’approvazione della “Carta della Partecipazione di Messina”.

La giornata si concluderà con la presentazione delle storie di partecipazione di associazioni, movimenti e community attive nel territorio messinese, individuate e selezionate attraverso la call “Storie di partecipazione”, pubblicata nelle scorse settimane da “Le Agorà di Messina”.

Presenteranno la loro storia di partecipazione: A Story of shop – Storie di Donne, Associazione Ionio, Camminare i Peloritani; Assojonica, Giampilieri 2.0, Faciti Ca non moru, Trasparenza siti web PA, Parliament Watch Italia, Comitato Addio Pizzo Messina, Fuori di Me, Periferiche Energie, Associazione Qajetri, Arci Centopassi di Torregrotta, Parrocchia S.Paolino di Mili Marina.

Tutti gli interventi si collegheranno alle tre parole chiave partecipazione, rigenerazione e inclusione, i tre punti fermi del festival, emersi durante gli incontri dei partecipanti al gruppo direttivo del progetto “ Le Agorà di Messina” .

 

Lascia un commento

avatar
400