La corsia preferenziale sulla Via Garibaldi? Al centro della carreggiata

È quanto stabilito nel corso di una riunione a Palazzo Zanca, "in virtù della prossima entrata in esercizio dei bus elettrici e considerata la delicatezza del tema che coinvolge in modo particolare i commercianti". Prima però è necessario il responso delle analisi da parte della società di ingegneria incaricata del Put

 

MESSINA. Contrordine: dopo la paventata possibilità di far transitare i bus sul lato “opposto” di via Garibaldi, accanto allo spartitraffico, la corsia preferenziale per i mezzi pubblici verrà istituita al centro della strada. Ma solo dopo l’analisi del piano urbano del traffico, ancora in fase di redazione. È quanto stabilito nel corso di una riunione a Palazzo Zanca, alla quale hanno preso parte il vicesindaco e assessore con delega alla Mobilità urbana ed Extraurbana Salvatore Mondello, il dirigente del dipartimento Mobilità Urbana Mario Pizzino e i responsabili del settore Bruno Bringheli, Alfio D’Aquino, Domenico Cerniglia e Patrizia Gemelli,  nonché il comandante facente funzioni del Corpo di Polizia municipale Marco Crisafulli.

Nel corso del confronto, si è discusso in merito alla soluzione in via definitiva del sistema mobilità-viabilità di via Garibaldi, soprattutto in virtù della prossima entrata in esercizio dei bus elettrici. “Considerata la delicatezza del tema che coinvolge in modo particolare i commercianti dell’importante arteria viaria ed in virtù della razionalizzazione dei costi per l’Amministrazione comunale – si legge in una nota – è stato stabilito di varare la nuova strategia con lo spostamento della corsia preferenziale al centro, soltanto dopo avere consultato le ‘analisi’ effettuate da parte della società di ingegneria incaricata del Put (Piano Urbano Traffico). A tal fine si è concordato di fissare la data per il 6 dicembre prossimo. Al termine della riunione è stata trattata la valorizzazione e il miglioramento del servizio carroattrezzi, stabilendo una stretta sinergia tra i dipendenti del servizio Mobilità e quelli del Corpo di Polizia municipale”.

Sul tema, nei mesi scorsi, era intervenuta più volte l’associazione “Le vetrine di via Garibaldi”, che aveva chiesto interventi urgenti per venire incontro alle esigenze dei commercianti, danneggiati, secondo il presidente Lillo Valvieri, dall’attuale corsia preferenziale e dalle tante multe inflitte agli automobilisti indisciplinati, “privati” della sosta breve.

 

1
Lascia un commento

avatar
400
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Anonimo Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Anonimo
Ospite
Anonimo

Ma se invece la gente imparasse a parcheggiare in maniera decente, anche correndo il “rischio” di fare 4 passi a piedi?