Messina, i crocieristi saranno accolti da dodici ragazzi migranti

Protocollo tra Autorità portuale, Comune e Città metropolitana, lo Jaci e Medihospes: I primi due giovani di di “Casa Ahmed”, formati all'infopoint della ex Provincia, accoglieranno i passeggeri in arrivo con le navi Carnival e Princess Cruises

 

MESSINA. I crocieristi? Saranno accolti da dodici piccoli migranti.  Dodici giovani minori migranti non accompagnati, provenienti da Ghana, Burkina Faso, Costa d’Avorio, Guinea e Gambia, formati all’attività di accoglienza turistica da alcuni dipendenti esperti in lingue straniere in servizio presso l’InfoPoint di Palazzo dei Leoni, parteciperanno all’attività di accoglienza dei passeggeri, in arrivo con le navi Carnival e Princess Cruises al Porto di Messina.

L’attività di accoglienza avverrà sulla sulla base del protocollo “AccogliME” siglato tra l’Autorità Portuale, il Comune di Messina, la Città Metropolitana di Messina , l’Istituto scolastico “Jaci” e Medihospes Cooperativa Sociale Onlus, e prende avvio oggi, con i primi due ragazzi di “Casa Ahmed” che saranno coadiuvati dal personale della Città Metropolitana.

In particolare, le due giornate formative si sono incentrate sull’esposizione delle metodologie di gestione dell’accoglienza turistica rivolta ai crocieristi di passaggio presso l’InfoPoint, sull’individuazione dei principali punti di attrazione turistica della città e nella simulazione dell’accoglienza di un crocierista che arriva al Punto Informativo sia in lingua inglese che in francese.

Il significato di questa iniziativa supera il semplice contenuto del servizio offerto ai turisti in transito presso il Terminal Crocieristico ed assume un alto valore umanitario: i giovani migranti, accolti a Messina, oggi “accoglieranno” i crocieristi in arrivo in città.

Lascia un commento

avatar
400