“PretenDiamo legalità”, la Polizia incontra gli studenti di Messina

Al via domani il progetto delle forze dell'ordine con i ragazzi delle scuole. Protagonista il Commissario Mascherpa, eroe dei fumetti

 

MESSINA. La cultura e la conoscenza come strumenti per aprire la mente delle future generazioni alla riflessione, al coraggio, al rispetto degli altri e alla tolleranza. È con questo obiettivo che prende il via il progetto “PretenDiamo Legalità: a scuola con il Commissario Mascherpa” promosso dal dipartimento di Pubblica Sicurezza con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Il primo appuntamento si svolgerà la mattina del 14 febbraio con i ragazzi e le ragazze dell’Istituto Comprensivo Tremestieri.

Gli incontri si terranno presso la caserma della Polizia di Stato “Calipari”, dove funzionari ed operatori metteranno alla prova l’acume investigativo degli studenti di Messina e provincia partendo dall’analisi di casi concreti ed illustrando l’attività di indagine svolta per risalire ai responsabili. L’obiettivo è quello di indignare mostrando le ingiustizie per rendere le future generazioni più consapevoli e libere.

Ad aiutare ed ispirare i ragazzi ci sarà il Commissario Mascherpa, protagonista del fumetto ad episodi edito in esclusiva dalla rivista Poliziamoderna. Al progetto è abbinato un concorso i cui elaborati saranno premiati tanto a livello provinciale quanto nazionale.

La Questura di Messina ha deciso di dedicare l’iniziativa alla memoria di Boris Giuliano, figura molto cara anche alla città dello Stretto, “consapevole dell’importanza di modelli sani per la costruzione di una coscienza civile contro ogni forma di sopruso e di illegalità. L’esempio di un uomo coraggioso che potrà aiutare i giovani ad essere protagonisti attivi e consapevoli di un vero cambiamento all’insegna della legalità”.

 

 

Lascia un commento

avatar
400