Si insedia il consiglio dell’ordine degli Architetti

Quattordici membri invece che 15, in attesa che si chiarisca il ricorso presentato dal primo dei non eletti contro l'ex presidente Giovanni Lazzari

 

MESSINA. Si è insediato oieri il Consiglio dell’Ordine degli Architetti di Messina che ha eletto all’unanimità le cariche istituzionali per il quadriennio 2017-2021.

A guidare il nuovo consiglio sarà Pino Falzea. Accanto a lui il vicepresidente vicario Saro Sardo, il segretario Antonello Longo, il tesoriere Clelia Testa Camillo, i vice presidenti Nuccia Calanni Macchio con delega alle politiche territoriali, Anna Carulli con delega alla formazione e politiche ambientali, Michele Palamara con delega alla comunicazione, e Caterina Sartori con delega alle pari opportunità. Completano il Consiglio Teresa Altamore, Sara Caruso, Fabrizio Ciappina, Toni Raimondo, Massimo Stracuzzi e lo iunior Peppe Cannetti.
il Consiglio si è insediato in 14 invece che in 15, come previsto dal Regolamento: a seguito, infatti, di un ricorso promosso dal primo dei non eletti (Gaetano Montalto) avverso la proclamazione di Giovanni Lazzari per aver ricoperto più di due mandati consecutivi, il consiglio nazionale degli architetti il 27 luglio 2017 ha emesso ordinanza di sospensione dell’elezione nei confronti dello stesso, in attesa di trattazione del ricorso nel merito, successivamente reiterata in data 30 agosto 2017.
Le questioni poste sono di forte rilevanza giuridica e non è escluso che a dipanare la materia sia la Suprema Corte di Cassazione o, addirittura, l’Alta Corte Costituzionale.

Lascia un commento

avatar
400