MESSINA. Il 4341 Bologna-Palermo, il 9061 Bergamo-Trapani, il 4342 Palermo-Bologna e il 9062 Trapani-Bergamo. Sono solo alcuni dei voli odierni cancellati da Ryanair per smaltire la grande quantità di ferie accumulate dai suoi dipendenti. In tutto, le rotte soppresse dalla compagnia low cost fino al termine di ottobre sono 741, ovvero il 37,5% dei voli in Italia. Una situazione che creerà parecchi disagi anche ai passeggeri siciliani, già penalizzati dal “caro voli” e dal costo delle tariffe aeree, come si evince da questo report elaborato da CapitaleMessina e dall’associazione FuoridiMe.

Sono infatti parecchie le tratte che collegano l’isola allo stivale che Ryanair ha deciso di cancellare. Fra questi il volo FR 8892, da Orio al Serio a Palermo, e il FR 8893, che compie il tragitto inverso, previsti entrambi per sabato, mentre a partire da lunedì 25 settembre le maggiori criticità si registreranno all’aeroporto Fontanarossa di Catania, in particolare nei collegamenti con Roma e Bergamo, due delle tratte più frequentate da studenti e pendolari. Dal 25 al 29 settembre non saranno infatti operativi i voli Fr 4891 Roma Fiumicino-Catania e Fr 4892 Catania-Roma, soppressi anche per larga parte di ottobre (dall’1 al 6, dall’8 al 13, dal 15 al 20 e dal 22 al 27). Non saranno invece operativi per quattro domeniche di ottobre (1, 8, 15 e 22)  l’FR 7951 Milano – Catania e l’FR 7952  Catania – Milano.

Qui la lista di tutti i voli cancellati fino alla fine di ottobre.

Ryanair avviserà direttamente i passeggeri il cui volo è stato annullato con una email inviata all’indirizzo utilizzato per prenotare. In caso di annullamento è possibile richiedere un rimborso o una modifica del volo cancellato. Chi sceglierà la prima opzione potrà fare richiesta di rimborso completo a questo indirizzo (i rimborsi saranno accreditati entro sette giorni lavorativi).

 

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments