MESSINA. Continuano i contributi dell’Università di Messina alla lotta contro il coronavirus. L’Ateneo peloritano infatti dopo aver riattivato nei giorni scorsi il Servizio di Consulenza Psicologica gratuito ha deciso di offrire le residenze di Villa Amalia (all’interno di Villa Pace) agli operatori che provengono da altre regioni e che sono impegnati al Policlinico di Messina nell’assistenza dei pazienti covid.

Per la prenotazione degli alloggi l’AOU Gaetano Martino ha creato una mail dedicata staff.dg@polime.it.
La struttura universitaria di Villa Amalia dispone complessivamente di 24 camere ( 18 doppie e 6 singole) potendo accogliere in tutto 42 operatori. La UniLav Scpa, ha attivato i servizi di accoglienza, pulizia e sanificazione, di fornitura set camera e set bagno (prevedendone una sostituzione periodica) e di prima colazione.
È stata aumentata anche la manutenzione ordinaria e straordinaria effettuata dai collaboratori preposti, mentre è in corso di definizione il servizio di fornitura pasti che gli ospiti potranno prenotare (cestini da asporto o consegna a domicilio).
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments