MESSINA. Avrebbe compiuto oggi un secolo di vita Domenico Mazza, in arte Don Minico, titolare della celebre “Casa di cura” sui Colli che per circa settant’anni ha sfamato generazioni e generazioni di messinesi con la sua leggendaria pagnotta alla disgraziata: una “bomba” culinaria ripiena di ogni ben di Dio che fa ormai parte dell’immaginario collettivo cittadino. Curiosa la nascita della pietanza: un giorno decise di fare uno scherzo a un cacciatore mettendo nel pane condito un intero peperoncino piccantissimo… suscitando la reazione inaspettata dell’amico (“Minchia Minicu! Mi futtisti! Stu pani è disgraziatu comu ‘a ttia. Picchì non ciù vinni ai cristiani?”). Una fortuita circostanza da cui nacque la prima “paninoteca” di Messina. E forse una delle prime al mondo (qui la sua storia).

A celebrare Don Minico, nato l’8 Maggio del 1921 e morto nel 2015, è l’omonima pagina Facebook, che invita gli utenti a scrivere i loro personali ricordi e a dedicargli per un giorno la foto profilo.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments