MESSINA. È stata presentata ieri a Villa Ida, nell’ambito di un evento di preview riservato alle istituzioni, a stampa, food blogger e partner, la quarta edizione di Messina Street Food Fest, che si terrà a Piazza Cairoli da giovedì 13 a domenica 16 ottobre.

All’incontro hanno preso parte, oltre al presidente di Confesercenti Messina Alberto Palella, il sindaco Federico Basile, l’assessore alle Attività Produttive e Promozionali Dafne Musolino e il presidente della Camera di Commercio Ivo Blandina

Si tratta di un atteso ritorno per la manifestazione, dopo due anni di stop forzato a causa della pandemia.

Saranno 40 le “casette food” all’interno del villaggio gastronomico, con altrettante specialità messinesi, siciliane e provenienti da alcune regioni italiane, ma anche con qualche incursione nella gastronomia estera. Nell’ambito dell’evento previsti anche spettacoli di musica live, djset, intrattenimento e show cooking.

Tante le novità di questa edizione. “Abbiamo fatto un grande lavoro di ricerca di nuove proposte food – spiega Palella- e alla fine tra le 40 specialità presenti nel food village la metà saranno new entry. Il churros spagnolo, il panino con la picanha brasiliana, l’angusbab, il cono-cannolo solo per citarne alcune, ma grandissimo spazio sarà riservato come sempre alle specialità della nostra tradizione e chiaramente agli operatori del territorio”.

Non mancherà anche quest’anno il Messina Street Fish, che sarà ospitato all’interno di una tendostruttura collocata a piazza Cairoli, teatro di nove show cooking. Al centro il tema della pesca sostenibile con particolare attenzione all’utilizzo del “pesce povero” del nostro mare. Il pescato locale diventerà dunque protagonista assoluto, con l’obiettivo di valorizzarlo ed incrementarne il consumo, e verrà interpretato dalle ricette di prestigiosi chef che si alterneranno ai fornelli, tra cui lo chef Natale Giunta. Ad aprire gli show cooking, giovedì 13 ottobre sarà invece il sindaco Federico Basile, che si metterà alla prova in cucina come chef per un giorno.

Tre i partner solidali del Messina Street Fish, a cui verrà devoluto il ricavato degli show cooking: Il Cirs- Casa Famiglia, la Mensa di S. Antonio e l’associazione Terra di Gesù Onlus.  

Consolidata la partnership con l’IIS Antonello, con il coinvolgimento nella manifestazione, oltre che degli studenti dei tradizionali indirizzi legati alla ristorazione e all’accoglienza, anche di quelli iscritti agli indirizzi di grafica e comunicazione. Proprio loro parteciperanno infatti al contest fotografico “Occhio, cuore, gusto”, in cui dovranno immortalare momenti e visioni inedite del Messina Street Fish.

L’ingresso al Messina Street Food Fest è libero, ma per questa edizione è stata introdotta un’importante novità sulle modalità di accesso alla degustazione. Per assaporare le specialità del villaggio gastronomico bisognerà acquistare i token, che avranno un costo di 1 euro ciascuno. Su ogni casetta food sarà riportato il costo in token della specialità proposta o della bevanda. Altra novità, per accelerare le operazioni alle casse e agevolare il pubblico, sarà la presenza del pos, dunque sarà possibile pagare anche con carta di credito o bancomat.

Nel corso della preview di ieri sera il direttore di Confesercenti Messina Daniele Andronaco ha consegnato un riconoscimento a Paolo e Domenico Mazza,  rispettivamente figlio e nipote di Don Minico, ideatore del celebre panino alla disgraziata e pioniere dello street food messinese. I presenti hanno potuto degustare in anteprima alcune delle specialità che saranno presenti al Messina Street food Fest ed altre offerte da Gran Mirci e dal Bakery Chef Francesco Arena. L’evento è stato inoltre arricchito dalla musica live degli “Approssimativi” e da una performance di nuoto sincronizzato nella piscina di Villa Ida proposta dall’ASD Calypso Messina con le atlete Maddalena Monteleone, Gloria Mondello e Rita Caselli, allenate da Consuelo e Cinzia Cucinotta.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments