MESSINA. Si è svolto tra il 13 e il 19 giugno il progetto “Think like ink”, che ha avuto luogo a Taormina, nell’ambito del programma Erasmus+ dell’Unione Europea. Per una settimana, infatti, 27 ragazzi tra i 18 e i 30 anni provenienti da Lituania, Serbia, Moldavia, Albania, Croazia, Georgia e Ucraina si sono incontrati per partecipare ad un training course e seguire dei seminari sui sistemi facilitazione grafica. Ad organizzare il progetto, scegliendo come location l’Hotel Calipso, nella frazione di Mazzeo, è stata l’associazione messinese EUducation Italy.

Gli obiettivi perseguiti dal training course sono stati: introdurre strumenti grafici di facilitazione agli operatori giovanili/educatori come modo per coinvolgere i giovani; fornire ai partecipanti una serie di strumenti pratici per la visualizzazione e la facilitazione visiva delle sessioni educative e lo sviluppo di materiali visivi efficaci; praticare tecniche di facilitazione grafica e pensiero visivo per la generazione di idee per/con i giovani; consentire ai partecipanti di utilizzare strumenti visivi quando lavorano con i giovani e sviluppano attività insieme a loro. Particolare attenzione, inoltre, è stata rivolta all’inclusione dei giovani con minori opportunità: la promozione della facilitazione grafica come strumento che gli operatori giovanili possono utilizzare con questa fascia di ragazzi nei processi di sviluppo delle idee.

A rendere il soggiorno dei ragazzi proveniente dagli altri Paesi ancora più piacevole, l’opportunità di visitare il territorio circostante, favorendo così il turismo nella zona. Inoltre, i ragazzi stranieri hanno avuto l’opportunità di organizzare delle “intercultural night” e animare alcune serate con cibi, bevande e tradizioni del loro Paese, facendo conoscere a tutti i presenti la loro cultura.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments