MESSINA. Due giorni fa il grido d’allarme lanciato dal presidente Luciano Fiorino, poi si volta pagina e si pensa alla nuova stagione. Il teatro Vittorio Emanuele di Messina presenta la nuova stagione subito dopo una giornata di maretta, e si affida agli spettacoli voluti dai due direttori artistici, Simona Celi e Matteo Pappalardo

Il sipario si aprirà con il “Il lago dei cigni”, in scena dal 17 al 19 novembre, e con il musical “Grease”, diretto da Saverio Marconi dal 24 al 26 novembre. A seguire il classico teatrale di Eduardo De Filippo “Filumena Marturano”, per la regia di Liliana Cavani con Mariangela D’Abbraccio e Geppy Gleijeses, dall’8 al 10 dicembre, e “Lampedusa” con Donatella Finocchiaro e Fabio Troiano, sul palco dal 15 al 17 dicembre.

Il 2018 si aprirà con “La guerra dei Roses” con Ambra Angiolini (12-14 gennaio), con Carlo Cecchi in “Enrico IV” di Pirandello (19-21 gennaio), poi con la “Carmen”, per la regia di Sergio Rubini, il 9, 11 e 13 febbraio,  Michele Placido e Anna Bonaiuto in “Piccoli crimini coniugali” (16-18 febbraio), Daniel Pennac in “Un amore esemplare” (28 febbraio-2 marzo), Raoul Bova e Chiara Francini in “Due” (16-18 marzo), Glauco Mauri e Roberto Sturno in “Edipo – Edipo Re/Edipo a Colono”  (23-25 marzo), Elena Sofia Ricci in “Vetri rotti” di Miller (6-8 aprile), e Silvio Orlando ne “La scuola” di Starnone (13-15 aprile), regia di Daniele Luchetti, e concluderà “La traviata” (4, 6 e 8 maggio).

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments