MESSINA. I marosi dei giorni scorsi hanno divelto un pozzo in cemento per la raccolta dei liquidi fognari e adesso i liquami puzzolenti si disperdono sulla spiaggia e vanno a finire in mare. E’ l’ultima segnalazione, in ordine di tempo, dell’instancabile consigliere della sesta circoscrizione Mario Biancuzzo.

“Dal sopralluogo è emerso, come si evince dalle foto allegate, che il mare, spinto da un forte vento di maestrale, ha danneggiato la struttura in cemento a protezione del pozzetto fognario – ha scritto il consigliere in una nota – Suggerisco, anche se non sono un tecnico,  di provvedere con massima urgenza al rifacimento degli impianti e delle reti danneggiate con scelta di più idoneo tracciato, stante che il litorale, non protetto a dovere, non garantisce la posa in sicurezza delle predette opere e per evitare che tra qualche giorno si ripresenti la stessa anomalia”.

Biancuzzo ha chiesto un sopralluogo congiunto con tecnici dell’Amam e tecnici del  dipartimento Urbanizzazioni  Primarie e Secondarie “per provvedere a riparare l’anomalia esistente ed accertata per evitare inquinamento ambientale”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments