MESSINA. Tre tratti di arenile in tre diverse zone della città (costa ionica, costa tirrenica e litoranea) per consentire l’accesso in spiaggia ai bagnanti con cani al seguito. È il contenuto di una mozione presentata dai consiglieri comunali del M5s, che chiedono l’istituzione di specifiche “Dog Beach” sul litorale cittadino, contraddistinte da appositi cartelli, barriere e limitazioni.

Obiettivo della mozione, che fa seguito all’accordo quadro tra Anci e Ministero del Turismo per la creazione in Italia di aree “animal friendly”, è quello di garantire il libero accesso in spiaggia ai tanti possessori di animali domestici, con il fine di contrastare il fenomeno dell’abbandono estivo e di incrementare l’offerta ricettiva per i tanti turisti che viaggiano con cani e gatti al seguito, rispettando al contempo tutte le relative norme igieniche.

«La richiesta – spiegano i consiglieri – fa parte di un piano complessivo per far sì che Messina divenga una città “amica degli animali”. Consapevoli del fatto che il libero accesso degli animali da compagnia in spiaggia possa comportare vari problemi di sicurezza e igiene, riteniamo che l’istituzione di apposite aree dedicate agli amici a 4 zampe, estese per 50 metri, possa portare notevoli vantaggi, tutelando i diritti di tutti i possessori di animali domestici, come sancito da una recente sentenza del Tar Lazio, e rendendo più appetibile l’offerta turistica cittadina, oltre a rappresentare un valido deterrente al randagismo».

«Naturalmente – proseguono – per garantire il corretto utilizzo dei litorali e per prevenire problemi di carattere sanitario, l’accesso alla spiaggia sarà consentito con le specifiche limitazioni e prescrizioni, fra le quali il rispetto di determinate fasce orarie, il divieto di usare detergenti, l’utilizzo obbligatorio di palette per gli escrementi e la tutela del decoro urbano».

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments