Ultimo giorno per la IV edizione di SabirFest, cultura e cittadinanza mediterranea, che si è svolto dal 5 all’8 ottobre a Messina a Catania e quest’anno – il 6 e il 7 ottobre – anche a Reggio Calabria, lungo il tema guida delle (s)cortesie per gli ospiti

Programma dell’8 ottobre a Messina. Si parte alle 11 con l’Assemblea della Rete Latitudini, alla Chiesa di San Tommaso il Vecchio, alle 15 invece un focus sempre in collaborazione con la Latitudini su “Il sostegno alla cultura? Quali opportunità per la Sicilia dell’innovazione e delle competenze? Dialogo a più voci, con Gigi Spedale, presidente Latitudini e con Gianina Ciancio, Antonio Ferrante, Chiara Sterrantino e Maria Flavia Timbro

Per SabirLaboratori, alle 11, alla Galleria Vittorio Emanuele in programma la Filosofia coi bambini” a cura di Roberta Giusto e Giovanna Martines

La sezione SabirMaydan invece proporrà, alle 11 al Monte di Pietà un laboratorio aperto, le attiviste e gli attivisti “Verso il manifesto per la cittadinanza mediterranea”, nel pomeriggio invece, alle 16.30 “Democrazie in crisi tra Europa e Mediterraneo”, con Emel Kurma, Fabio Massimo Castaldo, Lorenzo Marsili, Walid al-Sheikh, Abdol Klami, Jan Horzela, Federico Alagna e Daniela Irrera

Diversi appuntamenti, a palazzo Mariani, per la sezione “a libro aperto”, si comincia alle 17, con la presentazione a cura della casa editrice Voland del libro di Nicola H. Cosentino”Vita e morte delle aragoste” con la giornalista Anna Mallamo, alle 18, a cura della casa editrice La Feluca presentazione del libro di Mario Oscar Venuti “Graffi noir”, con Gianluca Buttafarro e l’autore, alle 19 infine, a cura della casa editrice CasaSirio presentazione del libro di Fernando Masullo e Andrea Bozzo “Mr. Presindent da Washington a Trump” con Fernando Masullo e il giornalista Nuccio Anselmo.

Alla chiesa di San Tommaso il Vecchio invece spazio a SabirComics, alle 17.30 presentazione di “Sinai. La terra illuminata dalla luna”, (ed. BeccoGiallo) di Lelio Bonaccorso e Fabio Brucini con Lelio Bonaccorso e Palmira Mancuso alle 18.30 invece presentazione de “La sposa Yemenita” (ed. BeccoGiallo) di e con Laura Silvia Battaglia e Paola Cannatella. Alle 19.30 per le visioni (s)cortesi in collaborazione con Sciara Film Production “Pellegrino”, un film di Ruben Monterosso e Federico Savonitto (60’).

Alle 20, al Monte di Pietà, momento conclusivo: Un manifesto per la cittadinanza Mediterraneo con il Comitato editoriale SabirMaydan, Walid al-Sheikh, Diala Brisly e Peter Waterhouse.

Focus Albania

Alle 21.30, in collaborazione con Rete Latitudini, Festival Teatro Bastardo e Teatro Clan Off, sarà la volta del premio Ubu Saverio La Ruina, il drammaturgo calabrese, fondatore insieme a Dario De Luca della compagnia Scena Verticale di Castrovillari, che proporrà 

Italianesi, (Nomination Premio Ubu 2012 “Migliore testo italiano”), intenso monologo che indaga la condizione di estraneità degli italiani, migliaia tra soldati e civili che, alla fine della seconda guerra mondiale, rimangono intrappolati in Albania con l’avvento del regime dittatoriale, costretti a vivere in un clima di terrore e oggetto di periodiche e violente persecuzioni. Una delle tante pagine della “piccola” storia, quasi dimenticata nel fluire degli eventi della “grande” storia, raccontata dal punto di vista di un uomo che vi nasce nel 1951 e vive quarant’anni nel mito del padre e dell’Italia che raggiunge nel 1991 a seguito della caduta del regime. Saverio La Ruina sarà anche tra gli ospiti dell’incontro “Nel paese blindato. Storie di italiani nell’Albania comunista”, domenica alle 18, in collaborazione con il Dipartimento Dicam dell’ateneo peloritano, della Rete Latitudini e di Scena Verticale, della presentazione del libro di Aldo Terrusi “Il mio magone albanese”, presente insieme a Mauro Geraci, Ageta Hilaj.

SabirFest, organizzato dal Comitato Promotore composto da Mesogea, COSPE onlus, Associazione Musicale Etnea, People on the Move, Sabir srl, con il sostegno dell’Università degli Studi di Messina (coinvolti i Dipartimenti di Scienze cognitive, psicologiche, pedagogiche e degli studi culturali, di Civiltà antiche e moderne, di Scienze politiche e giuridiche e di Economia dell’Università di Messina), il Comune di Messina, Assessorato Cultura, Ersu, Comune di Catania Assessorato alla Cultura, Amnesty International, Forum Austriaco di cultura, è patrocinato dalle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria, dal Comune di Reggio. SabirFest si svolge sotto gli auspici del Centro per il Libro e in collaborazione con Latitudini Rete siciliana di drammaturgia contemporanea, Naxoslegge, Museo Regionale di Messina, Teatro Bastardo, Corso di Laurea in Linguistica e Traduzione dell’Università di Pisa, Babel Festival di Bellinzona, Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania, Accademia delle Belle Arti di Catania, Officine Culturali, Leggerete, Comunità di S. Egidio, Trame di Quartiere, Università degli Studi di Reggio Calabria, Dipartimento di Giurisprudenza ed economia, Museo Diocesano di Reggo Calabria, Clan Off Teatro. Élite Sponsor Caronte&Tourist Gruppo Franza. Media Partner “Gazzetta del Sud”, Rtp, SiciliaNews24, RadioZammù.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments