MESSINA. Quattro palazzine, 48 alloggi (ne restano due da consegnare), dodici anni di attesa, un lungo tira e molla tra Comune e Iacp: ieri sono stati consegnati gli alloggi di villaggio Matteotti destinati allo sbaraccamento delle zone Annunziata Alta, Tremonti, Vecchio macello e via delle Mura. Presenti, oltre al sindaco Cateno De Luca, l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, il deputato regionale Tommaso Calderone, la parlamentare nazionale Matilde Siracusano e la senatrice Urania Papatheu (tutti e tre di Forza Italia).

Gli alloggi sono stati in stand by per dodici anni, intrappolati nella ragnatela burocratica dell’Istituto autonomo case popolari, le cui arre (quelle su cui sorgono le baracche), passeranno per legge ad Arisme, l’agenzia per il risanamento, che si occuperà di risanarle, il cui presidente Marcello Scurria era presente alla consegna.

“Grazie a tutti per aver consentito a 48 famiglie di lasciare le baracche per vivere in una casa dignitosa – ha commentato il sindaco Cateno De Luca – Noi andiamo avanti per restituire dignità a chi da generazioni vive in condizioni pietose. Abbiamo anche già predisposto la demolizione delle baracche liberate”

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments