PALERMO. “Il Ponte sullo Stretto? Un’opera fondamentale e strategica”. Parole del rettore dell’università di Palermo Fabrizio Micari, candidato del centrosinistra alle elezioni regionali. Una dichiarazione, rilasciata nel corso di una trasmissione televisiva, destinata a far discutere.

“La Sicilia – ha spiegato Micari – è una piattaforma logistica naturale del Mediterraneo e ha bisogno di un approccio integrato con una nuova rete delle infrastrutture, soprattutto per il trasporto delle merci: in questa logica penso a un potenziamento dei porti e a un sistema ferroviario veloce. Ma le merci non possono certo fermarsi a Messina: il corridoio che porta in Europa passa attraverso la realizzazione del Ponte, che in quest’ottica diventa un’opera fondamentale e strategica”.

Una posizione, quella di Micari, del tutto agli antipodi rispetto a quella degli ex candidati di centrosinistra alle Regionali siciliane, a partire da Rita Borsellino, che ne denunciava l’impatto devastante sul territorio, passando per Anna Finocchiaro e Rosario Crocetta.

E agli antipodi è anche la posizione di Graziano Delrio, ministro dei trasporti del governo di Paolo Gentiloni, che in occasione delle sue visita a Messina ha sempre sostenuto che l’opera non rientra tra le priorità del governo. “Lo Stato, nel 2012, ha deciso di interrompere la concessione, tutto il resto è roba da tribunali”, ha spiegato a Messina, il 27 marzo.

 

guest

2 Commenti
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Pippo
Pippo
29 Settembre 2017 22:37

Definire la Sicilia “una piattaforma logistica” mostra tutta la ristrettezza di vedute di questo candidato alla presidenza

Giancarlo
Giancarlo
30 Settembre 2017 15:36

Vorrà dire che verrà superato anche da Claudio Fava.