MESSINA. Con il Decreto Ristori il Governo ha deciso di rifinanziare una nuova tranche per il Reddito di Emergenza, le cui modalità sono le stesse già previste per quelle dei mesi scorsi: pProcedura online tramite credenziali INPS, oppure attraverso i patronati.

Si tratta di due nuove mensilità, previste dall’articolo 14 del decreto 137/2020 relative a novembre e dicembre. Di seguito i requisiti per accedere alla misura di sostegno.

• Valore del reddito familiare, nel mese di settembre 2020, inferiore a una soglia pari all’ammontare del REM (che può andare da 400 a 800 euro, a seconda delle diverse tipologie di aventi diritto).

• ISEE fino a 15mila euro

• Patrimonio mobiliare familiare 2019 inferiore a 10mila euro, accresciuto di 5mila euro per ogni componente successivo al primo, fino a un massimo di 20mila euro.
• Residenza in Italia.
Coloro che sono già beneficiari della quota di REM non hanno necessità di presentare questa nuova domanda, avranno automaticamente diritto alle due nuove mensilità, che verranno versate direttamente dall’INPS.
«Nel prossimo decreto bis – spiega la deputata del M5s Antonella Papiro – è prevista una misura per chi, anche se rimasto aperto, ha comunque subito un forte calo di fatturato, con un meccanismo veloce come il fondo perduto. È un momento delicato e nessuno deve rimanere indietro».
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments