MESSINA. Travisati e armati di coltello, a bordo di un motorino, hanno messo a segno il colpo ai danni di un biscottificio, rubando circa 350 euro prima di darsi alla fuga. I due sono stati però immortalati dal sistema di videosorveglianza dell’esercizio commerciale teatro della rapina, avvenuta intorno alle 12.00 di ieri.

L’uomo che impugnava il coltello è stato quindi raggiunto presso la sua abitazione, con indosso gli abiti usati durante la commissione del delitto: un pantalone da tuta, un giubbotto scuro, un copricapo all’interno arancione, delle scarpe nere. Sequestrato, oltre all’arma trovata in casa, anche un attrezzo da scasso.

Si tratta di Gianluca De Marco, più noto come “Pupo”, di anni 33, che è stato quindi condotto presso gli uffici di polizia, dove ha ammesso la propria responsabilità, tacendo però sul conto del complice, che viene comunque allo scoperto.

Gli operatori di polizia infatti non arrestano le ricerche, che portano al ritrovamento del casco usato dal complice e dello scooter, oggetto di un precedente furto denunciato dal legittimo proprietario.

Il cerchio si stringe intorno a Davide Barbuscia, 27enne, che sentendosi braccato decide di consegnarsi spontaneamente alle forze dell’ordine.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments