BARCELLONA POZZO DI GOTTO. Si è conclusa la clamorosa fuga di tre detenuti del carcere di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono stati presi i tre giovani che la notte tra mercoledì e giovedì scorso erano riusciti ad eludere la sorveglianza e scappare dalla struttura penitenziaria.

Il primo ad essere rintracciato dalla polizia penitenziaria è stato Vittorio Smiroldo, preso a Messina  nei pressi dell’imbarcadero dei traghetti.  Nello ore successive il cerchio si è stretto attorno agli altri due giovani che, nonostante avessero da scontare condanne non eccessivamente lunghe, avevano deciso di evadere.

Tra Milazzo e Santa Lucia del Mela sono stati invece rintracciati Emanuele Rossitto, preso dalla polizia penitenziaria e l’eoliano Gaetano Sciacchitano rintracciato dai carabinieri della Compagnia di Barcellona.  Tutti sono tornati in carcere. Erano fuggiti la notte di giovedì scorso dopo aver divelto una grata della finestra di una cella del carcere. Riuscendo ad eludere la sorveglianza, erano riusciti a scavalcare alcuni muri fino ad arrivare fuori dalla struttura penitenziaria. Una volta fuori si erano separati. Nel frattempo è stata avviata una vera e propria caccia all’uomo. La loro fuga è durata poco e sono tornati in cella.

Due dei tre fuggitivi sono stati rintracciati dalla polizia penitenziaria in particolare dal comandante del Nucleo provinciale traduzioni della polizia penitenziaria Gianluca Pennisi, il sovrintendente capo Antonio Forestieri e dagli assistenti capo Francesco Sottile e Antonino Donato.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments