“Le nomine dei vertici delle Aziende Ospedaliere siciliane hanno sin dal luglio 2014 creato gravi disagi e costretto la Regione ad intervenire frequentemente sia per rimuovere dirigenti sia per modificare gli elenchi regionali degli aspiranti direttori sanitari ed amministrativi sempre per mancanza dei requisiti e su esposti delle organizzazioni sindacali di categoria”, così scrive Sinistra italiana in un comunicato. 

E continua: “Le aziende ospedaliere siciliane, fortemente penalizzate sia dalla ritardata approvazione della rete ospedaliera in attesa di approvazione del Ministero della Salute, per carenza di personale infermieristico e medico, e quindi con l’impossibilità di fare concorsi per il blocco delle assunzioni sia dal continuo spostamento dovuto a dimissioni o nomine da un’azienda all’altra tutto a discapito dell’assistenza ai pazienti. A Messina in particolare, come da notizie di stampa, dei giorni scorsi risulterebbero tre dirigenti non in possesso dei titoli richiesti dalla legge: il direttore generale dell’Azienda Papardo dottore Michele Vullo, la dottoressa Daniela Costantino direttore amministrativo dell’Asp 5 ed il Commissario Straordinario dell’Aou Policlinico il dottore Giuseppe Laganga Senzio. Sinistra Italiana chiede al presidente della Regione Crocetta e all’Assessore alla salute Gucciardi di intervenire urgentemente a fare chiarezza in merito alla legittimità delle predette nomine nell’interesse dei pazienti, degli operatori sanitari tutti e dei diretti interessati”.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments