MESSINA. Un “tragitto a ostacoli” per intimidire i migranti ospitati nella struttura di Granatari. “Morte ai neri” e diverse svastiche è il contenuto di scritte con la bombola spray sui muri che da un paio di giorni stanno apparendo in tutta la zona nord, dalla via Margi, alla via consolare Pompea. Tutti luoghi, questi, vicini alla casa che ospita i migranti minori, lungo il percorso che gli ospiti fanno per raggiungere la fermata del bus.

Non è la prima volta che accadono fatti del genere a Messina. Ad agosto si era verificata un’altra intimidazione razzista all’Hotspot di Bisconte e all’ex Hotel Liberty di via I Settembre, struttura di proprietà dei Franza riconvertita nel 2016 in centro di accoglienza,  dove qualcuno ha gettato all’ingresso della vernice rossa color sangue, lasciando un bigliettino:  “Non siamo razzisti ma lo facciamo per Messina”.

«Purtroppo anche la nostra città è sempre più in preda alla violenza, all’odio, al razzismo e alla discriminazione», commenta il consigliere del PD Gaetano Gennaro. «Tutto questo è inaccettabile e va fatto subito qualcosa per impedire che si continui a scivolare verso il basso. Messina ha sempre avuto un volto diverso, più umano, e le istituzioni devono far qualcosa per evitare che si degeneri ancor di più». L’intervento del consigliere è stato quello di rivolgersi immediatamente alle istituzioni. «Ho chiamato la segreteria del Sindaco e onestamente si sono subito attivati. Mi ha richiamato il vice Sindaco per dirmi che stava subito mandando una pattuglia della polizia Municipale per fare un sopralluogo e capire come sistemare la cosa al più presto».

Anche la deputata regionale Elvira Amata ha subito commentato il vile gesto: «SCHIFO!!!Potrei esprimere il classico messaggio istituzionale di “condanna e indignazione verso gli autori questo vile atto”, ma preferisco reagire di pancia nel nome della totale spontaneità e affermare, senza peli sulla lingua, e senza giri di parole che, semplicemente, PROVO ASSOLUTO SCHIFO… E vergogna. Di voi e per voi!».

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments