MESSINA. Sette responsabili di enti, associazioni e cooperative che gestiscono centri di prima accoglienza per migranti nelle provincie di Messina, Trapani e Ragusa sono stati denunciati per irregolarità riscontrate nei controlli effettuati dai carabinieri del gruppo Tutela del lavoro di Palermo, d’intesa con il dipartimento del lavoro della Regione siciliana.
Cinque i denunciati nel Messinese per non avere redatto il documento di valutazione dei rischi, l’attuazione della gestione delle emergenze, la sorveglianza sanitaria dei lavoratori e la conformità dei luoghi di lavoro. Impiegata anche manodopera straniera senza regolare permesso di soggiorno.

Ammontano a due i denunciati nel Trapanese per aver installato degli impianti di videosorveglianza per controllare i dipendenti, mentre in un centro è stato accertato l’impiego di due lavoratori in nero sui sei presenti, ed è scattata una sanzione di 8.298 euro e un recupero contributivo di 26.059 euro. In due centri del Ragusano, invece, sono stati trovati un lavoratore in nero e sei irregolari: multe per 29 mila euro.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments