MESSINA. Si è  insediato questa mattina il nuovo prefetto Maria Carmela Librizzi. Originaria della provincia di Enna, proviene dalla prefettura di Ragusa, dove si è distinta per la gestione degli sbarchi e del fenomeno migratorio. Arriva a Messina e apre subito al territorio: “Assicuro il  mio incondizionato impegno – afferma il prefetto – perché la Prefettura possa essere sempre un luogo aperto e tutte le esigenze del territorio”.

Durante un incontro in prefettura con i giornalisti il prefetto ha anche parlato di sicurezza del  territorio: “Dobbiamo proseguire nella strada già intrapresa con i successi conseguiti dalle forze dell’ordine, che hanno contribuito a stroncare molte organizzazioni criminali. L’attività continua non solo contro le forze di criminalità organizzata ma anche contro le manifestazioni di microcriminalità che poi incidono in maniera negativa sulla sensazione di sicurezza dei cittadini”.

Il prefetto apre anche ai sindaci: “Ritengo di mettermi a loro fianco nello svolgimento di un’attività che sia coesa e di collaborazione, certamente i comuni sono tanti ma è mia intenzione visitarli tutti, andare territorio per territorio. Voglio cominciare dai comuni più piccoli”.

C’è poi il fenomeno migratorio: “Bisogna lavorare perché si passi da una gestione emergenziale ad una che sia ordinaria e questo  in piena sintonia con gli enti locali e con le istituzioni locali”. Infine un passaggio è dedicato alla lotta al femminicidio: “L’obiettivo è di indire una conferenza permanente di tutte le componenti istituzionali pubbliche e private. Coinvolgerò i centri antiviolenza affinché si possano mettere in campo iniziative ed in questo chiederò la collaborazione della stampa”.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments