MESSINA. Un cartellone pubblicitario su un autobus al capolinea di villa Sabin, due semafori divelti ancora penzolanti e diversi alberi caduti nei comuni dei Nebrodi. Questo il bilancio del forte vento di stanotte a Messina, che però non ha causato feriti.

La Polizia municipale, infatti, riporta che il manifesto è crollato su un mezzo fermo, in quanto fosse giunto al capolinea. I semafori, invece, per cui si attende l’intervento della ditta sulla SS114 di Mili San Marco e all’incrocio fra la Tommaso Cannizzaro e via Centonze per metterli in sicurezza, non hanno ceduto completamente rimanendo appesi all’asta.

A parte la palma caduta ieri pomeriggio fra il viale San Martino e via Trieste, dissezionata dai vigili del fuoco, non risultano altre piante che hanno ceduto occupando la carreggiata, tranne in qualche comune sui Nebrodi come a Santo Stefano di Camastra e in alcune strade che portano sulla catena montuosa, come quella che arriva a Caronia.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments