MESSINA. Un serie di gabbie per cani, con cuccioli destinati probabilmente alla vendita, allestite qualche mese fa a torrente Molinello, nei pressi di Mezzana, a poche centinaia di metri dal mare: reti a delimitare gli spazi (angusti) in cui sono rinchiusi gli animali, teloni azzurri, molti dei quali strappati o divelti dal vento, sotto i quali a malapena è possibile ripararsi, spazzatura tutta intorno. Ecco come si presenta un “canile” improvvisato, sorto dal nulla poco tempo fa, che ospita decine e decine di cani, tutti di piccola taglia, in condizioni non esattamente ottimali.

 

 

Interpellato sull’argomento, l’assessore alla Protezione civile Massimiliano Mondello spiega che sulla vicenda, segnalata da un cittadino già lo scorso 14 settembre, una settimana fa è intervenuta la sezione decoro e tutela degli animali della Polizia municipale, che ha identificato i gestori della struttura per verificare che tutto sia in regola. Lo è? «No – spiega Minutoli – anche perché un canile avrebbe bisogno di autorizzazioni speciali per lo smaltimento delle acque e delle feci: il Comune di Messina ha già attivato le procedure di verifica».

 

 

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments