MESSINA. Con l’avvicinarsi delle europee, Facebook corre ai ripari, e dopo le accuse di aver pesantemente influenzato il risultato di consultazioni elettorali non vigilando su tentativi di propaganda e manipolazione dell’informazione, apparentemente orchestrati da governi o soggetti organizzati sfruttando fake news e profili falsi, decide di mettere un freno alla diffusione di bufale e ha chiuso ben ventitre pagine italiane con due milioni e mezzo di followers che condividevano notizie false su migranti e vaccini, e contenuti antisemiti: tra queste, oltre la metà era a sostegno di Lega o M5S.

Una “repulisti” che ha colpito anche Messina: tra le pagine chiuse c’è infatti anche “Lega Salvini Premier Santa Teresa di Riva”, oscurata per la riproposizione di un video in cui alcuni migranti si accanivano fino a  distruggere una macchina dei Carabinieri: notizia falsa e più volte sbugiardata, dato che si trattava di una scena di un film, ma che è stata comunque vista, e commentata col solito corollario di invettive razziste, da dieci milioni di utenti.

Non solo. La pagina, oltre a pubblicare notizie false, violava anche le regole del social network attraverso il “riciclaggio di follower”, cambiando gradualmente nome  alla pagina, ma mantenendo gli stessi followers. La pagina, infatti, era stata fondata il 25 luglio 2018 col nome “Associazione allevatori provincia di Messina”, per poi cambiare in “Associazione assistenza agli allevatori” (28 luglio 2018), “Associazione Lega allevatori” (8 agosto 2018), “Lega Santa Teresa Riva” (22 agosto 2018), e infine “Lega Salvini Premier Santa Teresa di Riva” il 3 novembre 2018. E infatti, l’indirizzo al quale la pagina ere originariamente registrata (quindi non modificabile nemmeno dopo il cambio di denominazione) era www.facebook.com/Bestiamedelmessinese 

Il cambio di denominazione, spiega lo studio di Avaaz, una organizzazione non governativa che si occupa di diritti umani e campagne ambientali, avveniva cambiano gradualmente i termini per evitare di incappare nell’algoritmo di riconoscimento di  di Facebook sul “recycling of followers”. La pagina possedeva oltre 16mila followers, ed in tre mesi ha totalizzato oltre 283mila interazioni tra commenti e “like” ai post.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments