MESSINA. Si intitola “Colours ” e sarà una serata per ricordare il musicista e compositore Pippo Mafali, venuto a mancare cinque anni fa. L’evento, con ingresso gratuito, è previsto per  il 23 novembre presso l’auditorium del Palacultura, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Messina.
Attraverso la musica, il ricordo di Mafali sarà celebrato da tanti artisti, tra i quali Dino Scuderi, Giovanni Renzo, Melo Mafali, Eliana Risicato e Gianluca Rando.

Conosciuto come “Pippo” (Messina 1962 – 2012), Mafali si diploma in Contrabbasso nel 1989 presso il Conservatorio “Francesco Cilea” di Reggio Calabria. È stato contrabbassista e bassista di pregio, spaziando per i generi più vari: dalla classica al musical, dal jazz al blues passando per il pop, il rock e le musiche per documentari, pièces teatrali e film. La sua opera è stata apprezzata da artisti italiani e stranieri e da centinaia di giovani musicisti, che hanno visto in lui un modello di creatività, tecnica e umanità. Ha insegnato contrabbasso jazz presso l’Accademia Musicale Siciliana di Piazza Armerina e la scuola di musica Progetto Suono di Messina. È stato docente di basso elettrico jazz presso il Liceo Ginnasio Statale “F. Maurolico” di Messina. In Germania, dove ha vissuto dal 1984 al 1986, è stato finalista all’International Jazz competition di Leverkusen e session man in diversi studi di registrazione. Si è esibito con importanti gruppi siciliani pop e jazz, tra i quali i Kunsertu, con cui ha successivamente collaborato alla realizzazione e all’arrangiamento dell’Ep Isola e del CD Shams. Ha collaborato a lungo con l’Associazione jazzistica messinese e palermitana “The Brass Group”, esibendosi con rinomati artisti italiani, tra i quali G. L. Trovesi, Paolo Fresu, Giulio Capiozzo, e internazionali, quali Harry Douglass, vocalist del gruppo gospel “Deep River Boys” e cantante di Duke Ellington. Ha aperto concerti di artisti di livello internazionale, quali Chet Baker, Dave Holland, John Ambercrombie, Jack De Johnette, e di altri artisti nazionali tra cui Roberto Gatto, Bruno Tommaso, Tony Esposito e molti altri.
Ha lavorato come contrabbassista classico in illustri orchestre sinfoniche nazionali ed è stato contrabbassista, dal 1997 fino alla prematura scomparsa, nell’Orchestra del Teatro “Vittorio Emanuele” di Messina, alternando i ruoli di primo e secondo contrabbasso. Ha accompagnato solisti del calibro di Katia Ricciarelli, Olga Dimitrova, Chiara Taigi, Renato Bruson, José Carreras, Andrea Bocelli, Francesca Patanè e molti altri. Si è esibito con l’Orchestra da Camera di Praga e con il Ludus Ensemble, con il quale si è cimentato in repertori di musica contemporanea presso il Palazzo Barberini e la Discoteca di Stato a Roma.
Nel campo del pop e della musica leggera ha collaborato in orchestra con artisti quali Carmen Consoli (Universal), Edoardo Bennato e Alessandro Safina (Wnet), con i quali si è esibito in produzioni audio/video. È stato on stage anche con Noa, Lucio Dalla, Milva, Ute Lemper. Nell’ambito del musical ha collaborato con Dino Scuderi all’allestimento e alla realizzazione di Jesus Christ Superstar (1994) in qualità di bassista e maestro del coro. Nel 1995 è stato bassista e maestro del coro dello show Musical in concerto al Palasport di Foligno (Umbria). Nel 2001 è stato impegnato come bassista e maestro del coro nel musical Salvatore Giuliano con un cast di grandi nomi della musica italiana, quali Tosca e Giampiero Ingrassia.
Nel 2005 è stato insignito del prestigioso Premio Culturale messinese “Otis Redding” patrocinato dalla Provincia Regionale, per aver contribuito positivamente all’immagine della città di Messina. (biografia dal libretto di sala di “Omaggio a Pippo Mafali”, concerto sinfonico del 22 dicembre 2012)

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments