MESSINA. Effettuare la scerbatura e la potatura degli alberi, scarificare e bitumare almeno alcuni tratti delle stradine che attraversano il quartiere, ripristinare tratti di marciapiede, inviare stabilmente un operatore ecologico nel Villaggio e collocare delle  panchine ed una piccola area attrezzata per i bambini: è quanto chiedono per Camaro San Luigi i consiglieri della terza circoscrizione Alessandro Cacciotto e Libero Gioveni, che hanno inviato una nota al sindaco di Messina, al vicesindaco Sergio De Cola, all’assessore all’Ambiente Daniele Ialacqua e a MessinAmbiente.

“Cambiano le Amministrazioni ma, il risultato è sempre lo stesso: non c’è posto, non c’è tempo, non ci sono risorse per i villaggi. Camaro San Luigi – scrivono – è un fazzoletto di territorio popolare che per le sue attuali condizioni sembra essere il risultato di un evento bellico. In realtà è un quartiere che da molti anni è caduto nel dimenticatoio, nonostante disti pochi chilometri dal centro città… I problemi sono davvero tanti. Le stradine che attraversano il Villaggio sono ridotte in pessime condizioni; analogo discorso per i marciapiedi. Su tutte la via Saverio Parisi ridotta veramente al collasso. Ovviamente le griglie di raccolta acqua piovana non ricevono  manutenzione da tempi immemorabili”.

Contiano i due: “Capitolo scerbatura: nonostante degli interventi nei mesi scorsi, non è certamente possibile scerbare l’area una volta l’anno; la vegetazione così come le sterpaglie hanno fatto nuovamente da cornice al popoloso quartiere. Potatura: qui il disinteresse istituzionale è totale. Non è possibile assistere a continue giustificazioni. Anche il Consiglio Circoscrizionale si è espresso con una delibera rimasta totalmente inevasa. L’arredo urbano è inesistente: servirebbero almeno delle panchine e anche una piccola area attrezzata per i bambini. Infine, ma non per importanza, Camaro San Luigi necessita di una maggiore attenzione anche per quel che concerne lo spazzamento. In particolare è necessario un operatore ecologico, in pianta stabile nel villaggio dal momento che, i due operatori presenti non riescono per ovvi motivi a coprire l’intera vallata di Camaro ed anche il vicino viale Europa.

Per tutti questi motivi, “i sottoscritti invitano ufficialmente i destinatari della presente ad effettuare in tempi brevi un sopralluogo dell’intero quartiere, per rendersi conto, anche personalmente, che quanto rappresentato è specchio fedele della realtà nella quale purtroppo tanti concittadini sono costretti a convivere”.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments