MESSINA. «Dopo aver studiato i documenti e le risposte, non scontate, del rettore dell’Università di Messina Rettore Salvatore Cuzzocrea e del commissario del Policlinico, Giuseppe Laganga, ricevuti a Roma ad aprile, ritengo superati i dubbi che la mia l’interrogazione mirava a chiarire sulla posizione del Centro Clinico di riabilitazione neurologica ‘Nemo Sud’. In attesa della risposta del ministero, visiterò presto il centro».

Parole del presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato, Pierpaolo Sileri, che con una nota mette la parola fine al caso sollevato dall’atto ispettivo in merito ai rapporti fra il Policlinico di Messina e il centro NeMo Sud.

Decisivo per l’esito positivo della vicenda è stato l’incontro romano promosso da Grazia D’Angelo, che aveva contattato personalmente Sileri affinché si facesse promotore di un confronto chiarificatore fra tutte le parti in causa. 

Al “faccia al faccia”, in scena lo scorso 20 aprile, avevano preso parte la stessa senatrice, il capogruppo del M5s alla Camera Francesco D’Uva, il primo firmatario dell’atto ispettivo Pierpaolo Sileri, il commissario del Policlinico Giuseppe Laganga e il Rettore dell’Università di Messina Salvatore Cuzzocrea.

 

 

«L’incontro – commentò Grazia D’Angelo – si è svolto in un clima di massima distensione e collaborazione, con l’intento comune di fugare ogni dubbio sugli interrogativi posti nell’interrogazione, a garanzia di un’eccellenza del nostro territorio, dei suoi pazienti e di tutta la collettività. Nel corso del confronto, il commissario Laganga e il Rettore Cuzzocrea hanno avuto modo di approfondire più nel dettaglio quanto avevano già illustrato nel corso di una conferenza stampa e di presentare al senatore Sileri un ampio dossier, che verrà esaminato nei prossimi giorni». «Ho apprezzato molto – furono invece le parole di D’Uva – l’atteggiamento del Rettore, il suo modo di approcciarsi e la sua disponibilità, che è una cosa per nulla scontata. Al termine dell’incontro siamo andati via certi dell’assoluta trasparenza degli atti. Siamo sicuri che la documentazione presentata potrà fornire una risposta esauriente a tutti i quesiti posti dagli interroganti».

A rendere ancora più bella la domenica di NeMo è stato anche il grande successo della VI edizione di “Messina in passerella”, in corso ieri al Vittorio Emanuele. L’evento, promosso dalla Fondazione Aurora Onlus, ha visto la partecipazione di migliaia di cittadini, che hanno voluto sostenere l’attività del Centro di riabilitazione neurologica, donando circa 40mila euro. I fondi raccolti serviranno per realizzare due progetti: “SosteniAmo NeMO”, con cui si intende ampliare l’ambulatorio di neuropsicologia clinica per i bimbi affetti da atrofia muscolare spinale,  e “ComunicAzione al NeMO”, che ha l’obiettivo di potenziare il servizio di logopedia al fianco dei pazienti del centro.

 

 

A presentare l’evento: Massimiliano Cavaleri, Emilio Pintaldi, Alessandro Silipigni e Josè Villari, accompagnati dalla musica della dj Helen Brown. Ospite di riguardo della serata il musicista Roy Paci.

 

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments