PALERMO. Locali chiusi alle 23, la riduzione al 50 per cento dei posti sui mezzi pubblici e possibile stop alle lezioni in presenza per tre settimane nei licei. Sono le misure al vaglio del Governo regionale per tentare di mettere un freno alla crescita dei contagi nell’isola dopo i quasi 800 casi di ieri e le indicazioni arrivate dal Comitato tecnico scientifico.

La decisione spetterà adesso al presidente Nello Musumeci, che potrebbe emettere una nuova ordinanza entro domani mattina. Fra gli scenari prospettati anche l’istituzione delle cosiddette “zone arancioni”, all’interno delle quali l’orario limite per l’apertura dei locali verrebbe anticipato alle 21.

Provvedimenti in arrivo anche a Messina, dove fra un po’ si svolgerà il confronto fra sindaco e Prefetto al Palazzo del Governo. L’ipotesi è quella di un “coprifuoco” in vigore dalla mezzanotte alle cinque del mattino, con la possibilità di spostarsi all’interno della città solo per comprovate esigenze. Fra le possibili novità, che saranno annunciate stasera nelle diretta di Cateno De Luca, anche delle misure contenitive sui mezzi pubblici e nelle scuole, con l’orario di ingresso posticipato nei licei.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments