MESSINA. «Raccogliendo il grido d’allarme lanciato dal comitato “Salviamo Galati”, ho contattato il dirigente del Dipartimento Ambiente e ho ottenuto importanti rassicurazioni sulla ripresa a partire da metà luglio dei lavori di risanamento costiero del litorale Galati – Santa Margherit ». A dichiararlo il deputato regionale del Movimento Cinque Stelle Antonio De Luca.

«Gli interventi, avviati lo scorso 24 maggio, sono fermi da settimane e questo stallo –spiega il Portavoce pentastellato – ha suscitato un’inevitabile delusione nei residenti della zona sud, che da troppi anni attendono la messa in sicurezza della costa. Il silenzio calato sui lavori iniziati solo poche settimane fa ha preoccupato molto anche me e così ho contattato tutti gli uffici competenti: Arpa Messina, Arpa Palermo, la struttura emergenziale per il dissesto idrogeologico, la Sovrintendenza del Mare e l’Assessorato Ambiente e Territorio. Al termine delle varie interlocuzioni, il funzionario regionale mi ha confermato che lo scorso 17 giugno il Commissario Maurizio Croce ha trasmesso all’Assessorato Ambiente il progetto esecutivo delle ottemperanze di cui al decreto di VIA. Il Dipartimento Ambiente avrà 30 giorni di tempo per esaminarlo, quindi entro il 16 luglio – salvo il risconto di mancate ottemperanze alle prescrizioni della VIA – potrà rilasciare il nulla osta necessario a far ripartire i lavori».

«I ritardi registrati sino ad oggi dipendono fortemente dalla burocrazia e spesso-, come in questo caso, – sottolinea l’on De Luca – sono legati ad aspetti puramente tecnici. I vari enti coinvolti infatti hanno dovuto esprimere il proprio parere, inviando poi tutta la documentazione al commissario Croce, incaricato di elaborare la progettazione esecutiva adesso al vaglio del Dipartimento Ambiente e territorio».

«Ho dunque sensibilizzato il dirigente a fare bene ma anche a fare in fretta, atteso che il mare, purtroppo, non attende i tempi annosi e lunghi della burocrazia, tanto più che terminata la stagione estiva le condizioni climatiche certamente rallenteranno l’esecuzione dei lavori. Il dirigente ha dato ampia disponibilità ad agire con celerità per dare risposte alla cittadinanza».

«Dopo anni di attesa – conclude il deputato del Movimento Cinque Stelle – ogni giorno perso diventa un problema. Oggi c’è l’esigenza di sfruttare al massimo la bella stagione per accelerare i lavori, prima che l’arrivo delle piogge e le mareggiate tornino ad erodere il bellissimo litorale della zona sud e a mettere ancora in pericolo persone ed abitazioni. Per tale motivo, non smetterò di monitorare ogni passo di questo lungo appalto».

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments