LIPARI. A Lipari si lavora per poter rimuovere l’aliscafo che ieri sera è finito sugli scogli di Monterosa. Un incidente che ha provocato panico tra i 41 passeggeri, tra turisti e isolani, che si trovavano a bordo. Diversi i feriti, il più grave è stato portato a Messina all’ospedale Papardo per un trauma cranico, un altro ha riportato un trauma alla gamba mentre stanno meglio gli altri due marittimi che sono stati ricoverati all’ospedale di Lipari. Gli altri undici passeggeri che avevano fatto ricorso alle cure mediche sono stati tutti visitati e subito dimessi.  

In corso, alla luce del giorno, le prime valutazioni dei danni provocati sul natante, che ha due falle laterali. La Guardia costiera, insieme alla ditta, sta adesso valutando il modo per rimuovere l’aliscafo. Dell’incidente è stata avvisata la procura di Barcellona Pozzo di Gotto; le indagini sono svolte dall’autorità marittima di Lipari.

L’incidente si è verificato intorno alle 20,30, quando l’aliscafo “Cris M”, dopo essere uscito dal porto di Pignataro per dirigersi verso Salina, all’improvviso, per cause che sono in corso di accertamento, ha urtato contro gli scogli nei pressi del promontorio di Monterosa. A bordo dell’aliscafo, oltre i 42 passeggeri, anche sei persone dell’equipaggio. Subito è stato lanciato l’allarme, sono intervenute diverse imbarcazioni e mezzi della Guardia Costiera di Lipari, che ha coordinato le operazioni. Presenti anche personale del 118 e dei Vigili del Fuoco.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments