MESSINA. «Si avvisano i Signori passeggeri che, a far data dal 01/10/2018, il servizio di collegamento tra Messina e Reggio Calabria effettuato dalla Liberty Lines S.p.A verrà interrotto.
A partire dal 01/10/2018 ed entro il 30/10/2018 gli abbonati che non avranno utilizzato tutti i tagliandi potranno richiedere il rimborso delle corse residue». È il laconico messaggio che fa capolino nella home page del sito della compagnia di navigazione, che annuncia l’imminente stop al servizio, con conseguenti ripercussioni sui tanti lavoratori e studenti che quotidianamente fanno la spola fra Sicilia e Calabria.

A commentare la sospensione dei collegamenti è la Cisal di Messina, che si è rivolta al Prefetto, alla deputazione nazionale messinese e al sindaco Cateno De Luca affinché si possa scongiurare “quest’ennesimo scippo alla dignità ed alla vivibilità delle nostre città”, anche attraverso una proroga della convenzione in attesa del nuovo bando per l’affidamento del servizio. «In barba ai roboanti annunci sulla continuità territoriale, sull’Area Integrata dello Stretto e allo “status” di Città metropolitana di Messina e Reggio Calabria e, soprattutto nell’indifferenza generale – si legge in una nota del sindacato –  si sta consumando l’ennesima beffa per un territorio che appare sempre più abbandonato a se stesso da una classe politica troppo distante dalle problematiche di una comunità che vede le proprie aspirazioni di sviluppo frenate dalla cronica carenza di infrastrutture e servizi»

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments