Brutalismo e dewcostruttivismo fuse insieme nello stile "non -finito siciliano"

 

MESSINA. Dà forfait l’assessore regionale Marco Falcone, atteso domani in consiglio comunale. L’esponente della Giunta Musumeci  avrebbe dovuto consegnare personalmente al sindaco Cateno De Luca e al presidente di Arismé Marcello Scurria il decreto di finanziamento dei 30 milioni di euro che l’Amministrazione regionale aveva promesso qualche mese fa, ma nonostante la seduta fosse fissata già da tempo, l’assessore ha annunciato che non potrà essere presente all’incontro.

I fondi sarebbero dovuti essere destinati per finanziare il nuovo bando per l’acquisto degli alloggi (sugli esiti del primo non se n’è saputo più nulla) e per completare gli interventi di sbaraccamento a Camaro e  Matteotti, oltre che per lo smaltimento di amianto a Fondo Fucile.

Più volte annunciati, i finanziamenti sembrano ancora in bilico. Per fare il punto sulla questione, il vicesindaco Salvatore Mondello è stato convocato a Palermo dallo stesso Falcone.

Aggiornamento. È giunta qualche minuto fa una precisazione dello stesso Falcone, che specifica:  «Si precisa che l’Assessorato ha già richiesto nei giorni scorsi uno spostamento di 15 giorni della convocazione consiliare poiché è in corso il perfezionamento degli atti. Si sottolinea che l’assessore Falcone non ha “disertato” né “dato forfait”, così come non ci sono “dubbi” sullo stanziamento in favore del Risanamento. Si tratta di un rinvio di natura esclusivamente tecnica».

Da ulteriori informazioni risulta che i fondi ci sarebbero, ma il decreto di assegnazione non è ancora pronto, essendo in fase di stesura.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments