MESSINA. Il distaccamento nord dei Vigili del fuoco di Messina rischia la soppressione: nell’area dell’ex ospedale regina Margherita, infatti, l’assessorato regionale ai Beni culturali ha intenzione di creare un polo della cultura nel quale dovrebbero trovare posto anche gli uffici della Soprintendenza. Il distaccamento dei pompieri, però, è di fondamentale importanza: solo nell’anno 2016 sono stati effettuati 1296 interventi di soccorso tecnico urgente; mentre nell’anno in corso, fino allo scorso mese di settembre, ne sono stati effettuati 1001.

Del problema se ne è occupata Antonella Russo, consigliere comunale del Pd, che in un’interrogazione chiede all’Amministrazione cosa si stia facendo per scongiurare la soppressione di un centro di primo intervento che copre da viale Boccetta a Capo Peloro e oltre, lungo la riviera tirrenica, e validamente trasferire mezzi e uomini. Tanto più che, segnala la consigliera, “la stessa Città metropolitana di Messina, con provvedimento dello scorso 17.10.2017, ha certificato di non poter reperire immobili o aree da destinare agli usi istituzionali di che trattasi, e pertanto ha dichiarato di non disporre, allo stato, di strutture adeguate al bisogno dei Vigili del Fuoco di Messina”.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments