MESSINA. Oltre trenta tonnellate di legname pronto per essere incendiato in occasione della notte di San Silvestro. È l’ammontare del sequestro eseguito fra le 4 e le 5 di mattina di venerdì 29 dicembre nella zona sud della città, fra Villaggio Aldisio e Fondo Fucile. Il blitz, che ha coinvolto cinque macchine dei vigili urbani e i mezzi di Messinambiente, con l’utilizzo di una palameccanica dell’autoparco comunale, ha permesso di rintracciare e sequestrare accatastamenti anomali di legname – superiori rispetto a quelli degli altri anni – destinati ai falò per i festeggiamenti di Capodanno. In attesa dell’ultimo giorno dell’anno, l’operazione coinvolgerà adesso altre zone cittadine, fra le quali quelle del Cep, delle Case gialle di Bordonaro e di Villa Lina.
A lanciare l’allarme sugli accumuli di legno, nei giorni scorsi, era stato l’assessore all’Ambiente Daniele Ialacqua, che si era rivolto, in una nota, al Comando della Polizia Municipale, a Messinambiente, al Comando dei Vigili del Fuoco, Prefettura, Questura, al dipartimento Ambiente e Sanità e, per conoscenza, al sindaco Renato Accorinti.

“Su segnalazioni di cittadini ed a seguito a sopralluoghi eseguiti dallo scrivente – si legge nel documento dell’assessore – si sono potuti in particolare accertare accumuli di legno a villaggio Aldisio, all’interno di un’area parcheggio nei pressi dello svincolo autostradale Gazzi, ed a fondo Fucile-Mangialupi, a ridosso di un muro di contenimento. È di tutta evidenza che il legname accatastato insieme ed altro materiale, oltre ad rappresentare già da subito un potenziale rischio per l’incolumità pubblica che si aggraverebbe nel caso gli stessi dovessero essere dati alle fiamme a fine anno, costituiscono una sfida alle regole, alla legalità e contro le autorità chiamate ad applicarle oltre che nei confronti dei cittadini che quelle regole le osservano quotidianamente. Si richiede pertanto di effettuare – conclude Ialacqua nella nota – opportuni sopralluoghi per verificare quanto segnalato e programmare ciascuno per la propria competenza, lavori di rimozione, eventualmente supportati da mezzi adeguati e da ulteriori forze dell’ordine a garanzia dello svolgimento in sicurezza degli interventi necessari”.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments