PIazza Municipio, Palazzo Zanca, municipio,

 

MESSINA. “Non staremo a guardare le stelle e oggi pomeriggio daremo il via ad una serie di manifestazioni di protesta. Fino ad oggi siamo stati responsabili ed abbiamo atteso che prevalesse il buon senso da parte dell’Assessore Razza consegnando alla città, ai messinesi, il provvedimento di rimozione del Dirigente Generale dell’ASP di Messina“. Questo il commento dei responsabili del comitato iostoconCatenoDeLuca, che conta oltre 9000 adesioni e che oggi pomeriggio, alle 17:30 hanno organizzato un sit-in a Palazzo Zanca, minacciando anche di occupare la sede dell’Asp, nonostante le restrizioni dovute alla zona rossa e il divieto di assembramento disposto da una precedente ordinanza dello stesso De Luca.

Dal comitato precisano di aver organizzato il sit-in odierno rispettando le regole COVID e il numero dei partecipanti secondo le prescrizioni concordate con la questura: “Oggi sarà presente solo una rappresentanza concordata con la prefettura”.

Organizzare manifestazioni, infatti, è legittimo purché siano in forma statica, sia garantito il distanziamento e tutti abbiano la mascherina. Inoltre bisognerà rispettare le prescrizioni della Questura, che stanno venendo redatte dalle autorità competenti per la tutela della salute pubblica.

“Oggi abbiamo appreso che Cateno De Luca in diretta FB leggerà la lettera di dimissione da Sindaco della Città di Messina. Non consentiremo che possa essere inferta questa ulteriore ferita alla città – continua il Comitato – Alle 17,30 i nostri sostenitori manifesteranno la solidarietà al Sindaco Cateno De Luca. Il Comitato lancia un appello all’Assessore alla salute Razza: rimuova il Direttore La Paglia, se vuole fare pace con la città. Altrimenti sarà inevitabile la mobilitazione di tutta la città e l’occupazione della sede dell’ASP“.

“Siamo pronti a costituirci attraverso le nostre associazioni parte civile e sostenere tutte le famiglie colpite dal Covid in azioni giudiziarie contro l’ASP di Messina nella persona del suo rappresentante legale il Direttore La Paglia e contro l’Assessore alla salute Razza”, concludono.

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments