MESSINA. Prenotazioni aperte per la somministrazione vaccini per gli anziani tra 70 e 79 anni, per gli under 55 e per altre categorie. È il messaggio che da qualche ora sta girando in rete, tra gruppi whatsapp e social media, che invita a prenotarsi presso un numero verde e un indirizzo email. Che è falso.

La “catena di Sant’Antonio” sta diffondendo una notizia falsa, che è stata smentita sia dall’ufficio commissariale per l’emergenza covid-19 di Messina, sia dall’assessorato alla Salute della Regione Siciliana. Il calendario vaccinale, infatti, prevede, per le categorie elencate nel falso messaggio, le vaccinazioni a partire dalla seconda fase, da aprile in poi: e cioè soggetti “estremamente vulnerabili”, per particolari patologie, indipendentemente dall’età, quindi persone tra 75 e 79 anni, poi tra 70 e 74 anni.

Pare che l’origine dell’annuncio falso (che contiene numerosi errori di grammatica, il che lo rende incompatibile con una comunicazione ufficiale), che ovviamente in breve tempo è diventato virale, perché rilanciato da centinaia di persone e messo in circolo sui più svariati gruppi whatsapp, sia da rintracciarsi per la prima volta in Campania e che si sia subito diffuso anche a Messina e in Sicilia, cambiando qualche specifica.

Oltre alla falsa apertura delle prenotazioni, il post riporta anche l’informazione che i “caregiver”, cioè gli accompagnatori dei disabili gravi con legge 104 e accompagnamento (e quindi figli, genitori, curatori, badanti e tutori), avrebbero diritto al vaccino senza prenotazione, informazione falsa anche questa.

Il messaggio è accompagnato da un numero verde e da un indirizzo di posta elettronica, effettivamente esistenti, ma attribuiti specificamente (e falsamente) alla Regione Siciliana. Col concreto pericolo di intasare i call center e i server di posta, e di rallentare le prenotazioni di chi ha davvero diritto alla somministrazione del vaccino durante la prima fase, ma anche che qualcuno si rechi nei centri vaccinali, convinto di poterlo fare senza prenotazioni, con il rischio di assembramenti e tensioni col personale medico e sanitario.

 

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments