ROMA. È stato annunciato pochi istanti fa, dal premier Giuseppe Conte, il nuovo Dpcm per contenere la diffusione del Coronavirus (oggi 11.705 i nuovi casi).

Ecco cosa cambia:

Tutte le attività di gastronomia e somministrazione (quindi bar, locali e ristoranti)i potranno rimanere aperte fino a mezzanotte, ma saranno ammessi solo tavoli con un massimo di sei persone, mentre per i bar, i pub e altri locali viene anticipato alle 18 lo stop alla vendita non al tavolo. Dopo la chiusura, i locali non potranno riaprire prima delle 5. Il numero massimo ammesso nel locale dovrà essere affisso dai ristoratori fuori dai locali.

Nella Pubblica Amministrazione tutte le riunioni dovranno avvenire in modalità a distanza. Previste misure di smart working.

I sindaci potranno disporre dopo le 21 la chiusura di vie e piazze in cui si creino assembramenti, con ingresso solo ai residenti o a chi ci lavora.

Sale gioco con apertura limitata e chiusura alle 21.

Le attività scolastiche continueranno in presenza: “asset fondamentale del nostro Stato”, ha spiegato Conte. Per le scuole superiori ci saranno modalità flessibili (ingressi alle 9 e turni pomeridiani, ove possibile). Le università attuino piani di organizzazioni della didattica in evoluzione del quadro pandemico.

Vietati gli sport da contatto a livello amatoriale, e le competizioni dilettantistiche di base.

Sospesi convegni e congressi, salvo che si svolgano a modalità a distanza.

Palestre e piscine: se ne parlerà tra una settimana, in base a come saranno rispettati i protocolli di sicurezza.

 

 

 

 

guest
1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] a Messina ora diventa misura nazionale“. Così il sindaco di Messina Cateno De Luca commenta il nuovo decreto annunciato dal presidente del Consiglio di ministri Giuseppe Conte ieri sera in diretta, spiegando […]