MESSINA. Il maltempo di questi giorni non fa danni solo in centro città. Le zone balneari messinesi, soprattutto ieri, sono state colpite infatti da forti mareggiate che in alcuni circostanze sono arrivate fino in strada. È il caso di Torre Faro, dove questa notte la barriera di massi non è bastata a fermare le onde, che si sono abbattute sulle barche arenate, lambendo le case a ridosso dell’arenile. Gravi disagi anche poco più a avanti, a Mortelle, dove le onde hanno praticamente invaso tutta la spiaggia famosa per la sua larghezza, arrivando fino al Sunset, locale che già qualche settimana fa era stato vittima di una tromba d’aria che aveva completamente “scoperchiato” il magazzino del lido.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sunset_Mortelle (@sunset_mortelle)

 

Un autobus diretto ad Acqualadroni a causa dell’acqua arrivata sulla strada ha dovuto fermare la sua corsa a facendo scendere i passeggeri.

Il problema non si presenta solo in città. Il lungomare di Capo d’Orlando è stato sommerso dalle onde che hanno lasciato sulla strada detriti che non hanno reso impossibile il transito delle auto, mentre un lido è stato gravemente danneggiato. Così anche le Eolie, isolate per due giorni a causa del forte maltempo, mentre ieri, a Salina, le onde si sono infrante violentemente sulla battigia. Una mareggiata ha colpito anche la Riserva naturale “Laghetti di Marinello” e le onde hanno invaso anche parte della carreggiata del lungomare di Spinesante.

Foto di Santino Buzzanca

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments