MESSINA. Nella giornata di martedì 25 luglio, l’associazione FuoridiME, col supporto della Pro Loco Capo Peloro e del lido La Punta, ha installato due dispenser di posacenere da spiaggia nell’area del Lanternino, a Torre Faro. L’iniziativa, preceduta da una pulizia della zona e dal posizionamento di appositi bidoni, ha chiamato a raccolta oltre 30 FuoridiME, impegnati dalle 9 del mattino per riqualificare un’area tra le più belle e frequentate della riviera messinese. I dispenser saranno a disposizione per tutto agosto, costantemente monitorati dai membri dell’associazione e dalla Pro Loco.

L’iniziativa fa parte del progetto #Ciccaqui, promosso per ripulire le spiagge cittadine dai mozziconi di sigaretta, sensibilizzando la comunità sugli effetti nocivi che questi producono sull’ambiente. Le cicche rappresentano infatti oltre il 40% dei rifiuti del Mar Mediterraneo e sono, visivamente e quantitativamente, il rifiuto più rilevante sulle nostre spiagge. Biodegrandandosi in un tempo molto lungo, inoltre, i mozziconi rilasciano più di quattromila composti chimici prodotti durante la combustione del tabacco, estremamente nocivi per la flora e la fauna marina.  Obiettivo dell’associazione è quello di liberare la zona balneare di Torre Faro, probabilmente la più bella e rappresentativa della “messinesità” tra le spiagge cittadine, dalle centinaia di sigarette che ogni giorno vengono lì abbandonate. 

«Il focus di questo progetto – spiega Roberto Saglimbeni, presidente dell’associazione – è sensibilizzare la popolazione al rispetto di un luogo che per tutti i messinesi vuol dire orgoglio e senso di appartenenza».  

«Credo sia significativo che siano stati proprio dei fuorisede ad avere quest’idea: difendere ciò che ci rende competitivi sul piano turistico è un primo passo per il rilancio della città e della zona Nord in particolare», commenta invece Andrea Panzera, mentre Silvia Romeo considera l’iniziativa #ciccaqui come una piena espressione dell’amore verso la città: «Crediamo sia importante sensibilizzare i cittadini, specialmente i giovani come noi che spesso non hanno piena consapevolezza – spiega – Proteggere la bellezza di Messina e delle nostre meravigliose spiagge dovrebbe essere la priorità di ognuno di noi». «Oggi abbiamo lanciato una pietrolina in un mare sconfinato, i risultati si avranno solo se veramente i cittadini sposeranno il progetto. Il futuro è adesso, contribuiamo tutti a preservare quello che la natura ci ha regalato, questo meraviglioso posto che semplicemente chiamiamo casa», è invece il commento di Cosimo Galletti.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments