MESSINA. “Blitz fotografico” della Uiltrasporti a Piazza Stazione per mostrare “l’indecorosa cartolina” mostrata giornalmente a migliaia di turisti e ai numerosi pendolari che arrivano in città col treno. Dopo la sfuriata di De Luca contro Trenitalia, il sindacato risponde per le rime al primo cittadino utilizzando la sua stessa strategia mediatica, “richiamando il sindaco alle responsabilità della sua amministrazione rispetto alle condizioni di pulizia e igiene di piazza della Repubblica, prospiciente la stazione Fs”.

«Tra sporcizia e incuria Messina, porta della Sicilia, si presenta sudicia a migliaia di turisti italiani e stranieri che arrivano durante le vacanze estive ma anche ai tanti pendolari che giornalmente transitano per piazza della repubblica prospiciente la stazione Fs – dichiara Michele Barresi, segretario generale – oggi ridotta in pessime condizioni nonostante rappresenti anche l’hub di interscambio per la provincia con i mezzi pubblici urbani ed extra urbani».

«Caro sindaco condividiamo la sua indignazione espressa spesso sui social contro Trenitalia per le condizioni dei treni al sud – prosegue – e da anni il sindacato si batte in tale direzione sollecitando la politica regionale e nazionale contro il disimpegno di Ferrovie dello stato nell’area dello Stretto, purtroppo buona parte della politica, compresa l’area a cui il sindaco di Messina fa e ha fatto riferimento in passato, è rimasta spesso inerte rispetto al progressivo abbandono di Fs e ci auguriamo che oggi l’impegno vada ben oltre le denunce sui social. Di certo l’impegno del sindaco che auspica servizi migliori per gli utenti del treno – continua la Uiltrasporti – dovrebbe prima di tutto concentrarsi per rendere dignitosa piazza stazione, di competenza comunale, dove regna abbandono e degrado. Da mesi, come dimostra il reportage fotografico fatto dalla Uiltrasporti questa mattina, in piazza della Repubblica la grande fontana è asciutta, abbandonata e sudicia come tutta l’area circostante ricoperta da vegetazione incolta e secca, sporcizia e rifiuti di ogni genere. Le paline del tram divelte da tempo immemore trasformate in posacenere dall’inciviltà dei cittadini ma mai ripulite e manutenzionate. La chioma dei grandi alberi della piazza ormai arriva ad altezza uomo rendendo pericoloso e difficile agli utenti accedere alle fermate del tram e dei bus privati.  Cominciamo prima da casa nostra signor sindaco – conclude il sindacato – dalla pulizia e la qualità dei servizi che nel grande hub di piazza stazione oggi non sono degni della tredicesima città d’Italia, e poi insieme se vorrà faremo fronte unico per rivendicare al gruppo FS analoga qualità e più dignità per gli utenti messinesi e siciliani».

 

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments