MESSINA. Traccerà in tempo reale la posizione di ogni bus Atm in linea, restituendo all’utente la sua esatta posizione su una mappa e il tempo di attesa alla fermata. Si tratta di “Avm” (Automatic vehicle monitoring), il servizio che l’azienda trasporti di Messina prevede di lanciare a gennaio per monitorare e avere un quadro istantaneo di tutta la flotta aziendale.

In pratica, “Avm” farà, anche se con qualche differenza, quello che faceva il vecchio sistema introdotto dalla vecchia partecipata, “Falco” (qui il link che spiega come funzionava), smantellato dalla nuova gestione: «Falco non interagiva con l’operatore di servizio e non comunicava nulla alla sala operativa», spiega il presidente di ATM SpA, Pippo Campagna. E infatti, rispetto a “Falco”, il nuovo sistema non interagirà solo con l’utente, ma anche con l’azienda stessa e soprattutto con l’autista: se il bus è in anticipo scatterà un allarme all’interno della vettura che avviserà l’autista e gli dirà di rallentare per tornare il riga con la tabella di marcia, oltre che avvertire la sala operativa.

Ma non solo in caso di anticipo, perché l’allarme, spiega sempre Campagna, suonerà anche nel caso in cui la corsa superi una soglia di ritardo, che varierà a seconda dell’orario (ad esempio ora di punta con orario serale). «Questo sistema, quindi, serve all’utente perché gli permette di conoscere in tempo reale la posizione del mezzo e la distanza dalla fermata in cui si trova, e a noi perché ci restituisce delle informazioni in chiave correttiva. Immaginiamo, ad esempio, che ci sia un incidente poco dopo l’Annunziata, e quindi un problema di carreggiata ostruita. Possiamo avvisare gli altri bus in linea di arrivare fino all’Annunziata e poi di tornare indietro, accorciando la tratta ed evitando di accumulare ritardo. Inoltre, la persona alla fermata potrà venire a conoscenza di un’anomalia nel servizio di trasporto pubblico».

Si tratta quindi di un sistema aperto ai cittadini che sarà disponibile sull’app dell’azienda e su una sezione dedicata del sito internet, dove comparirà una mappa. Il portale dell’azienda acquisirà la posizione della persona alla fermata e sarà possibile all’utente visualizzare i minuti di attesa e dove si trova il suo autobus in quell’istante.

Questa un’anteprima della mappa visibile sull’app Atm, ancora in fase di lavorazione:

Attualmente il sistema “Avm” è stato istallato su oltre il 50% delle vetture Atm, quindi il presidente Campagna prevede che il collaudato e la presentazione del servizio a gennaio, insieme ad altre novità, quali delle nuove paline e delle nuove pensiline.

Novità interessante sono proprio le paline, interattive e che saranno collegate alla “Avm”: «Circa una ventina sono già state montate nelle fermate più importanti della città – informa Campagna – ma prevediamo di montarne in tutto settanta. Fra queste ce ne sono alcune un po’ più grandi che collocheremo in tutti i capolinea della città, compresi i villaggi. Saranno come quelle delle stazioni ferroviarie e daranno all’utente tutte le informazioni di cui necessita».

Per quanto riguarda le pensiline, invece, il presidente di ATM SpA spiega che si è in attesa di ricevere un incarico dal Comune di Messina: «L’amministrazione ci vuole nominare soggetti attuatori. In pratica ci dà materialmente le somme necessarie e provvediamo noi all’istallazione di ulteriori pensiline in città, che dovrebbero essere circa una trentina».

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments