MESSINA. Cinque sindacati (Ugl, Filt Cgil, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Orsa) hanno proclamato lo sciopero dei dipendenti Atm per il prossimo 13 dicembre 2022 per quattro ore, dalle ore 15,30 alle ore 19,30. I motivi indicati dalle cinque sigle sono “sistema tram obsoleto e a rischio sicurezza, violazione delle Relazioni Industriali in tema di Organizzazione del Lavoro e avanzamenti professionali che mortificano la meritocrazia. Lo sciopero ha valenza territoriale, saranno garantiti i servizi minimi così come previsto dalla Legge 146/90 e dai vigenti accordi di livello aziendale.

Le motivazioni della protesta

1. Violazione delle Relazioni Industriali in tema di Organizzazione del Lavoro;
2. Annunciata esternalizzazione dei servizi Verifica e Officina;
3. Pensionamento “forzato” degli Operatori di Esercizio;
4. Contestazioni e provvedimenti disciplinari distribuiti a pioggia con motivazioni capziose;
5. Piano di esercizio Gommato sovradimensionato rispetto alla forza lavoro;
6. Sistema Tranviario obsoleto che espone a rischio la sicurezza;
7. Capilinea improvvisati lungo il percorso, sprovvisti di servizi igienici per gli autisti;
8. Personale delle officine utilizzato a turno unico di notte in ambiente igienicamente insano;
9. Gestione improvvisata dei servizi ZTL, Verifica e Vendita biglietti;
10. Concessione delle ferie iniqua, a totale discrezione dell’Azienda;
11. Sistematici errori nelle buste paga a danno dei lavoratori;
12. Mancato riconoscimento dello straordinario in caso di servizio concluso con ritardo;
13. Sistema degli avanzamenti professionali, anche temporanei, che mortifica la meritocrazia e consente costruzioni di carriere precostituite, con salti di più parametri in unica soluzione

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments