MILAZZO – La procura di Barcellona Pozzo di Gotto ha concluso le indagini che lo scorso 3 ottobre avevano portò alla luce numerosi casi di assenteismo al Comune di Milazzo, in particolare fece scalpore quello chi un un dipendente che invece che al lavoro, dopo aver timbrato, andava alle partite di basket deIla squadra che allenava. L’operazione della Guardia di finanza “Libera uscita”, aveva portato all’esecuzione di 59 obblighi di firma e alle sospensioni temporanee dal lavoro. Le indagini condotte dal sistituo procuratore Rita Barbieri sono arrivate adesso a conclusione, si prospetta adesso una richiesta di rinvio a giudizio (gli indagati hanno 20 giorni – più aggiuntivi considerate le ferie estive – per chiedere un interrogatorio di garanzia, presentare memorie) per 65 persone – erano 75 gli indagati inizialmente -, tra questi anche un dipendente che in orario di lavoro era andato a farsi dei massaggi.

Ai 65 la procura di Barcellona contesta la truffa aggravata ai danni dello Stato e per falsa attestazione in concorso tra loro tramite badge.

 

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments