TAORMINA. Continua l’attività preventiva e repressiva dei Carabinieri della Compagnia di Taormina al fine di frenare il fenomeno dei reati contro gli stupefacenti e quelli inerenti le armi di provenienza clandestina. A Furci Siculo, i carabinieri dell’aliquota operativa del comando compagnia di Taormina hanno tratto in arresto un cittadino italiano, residente a Furci Siculo, classe ’54, per detenzione abusiva di armi. L’uomo, dopo l’irruzione dei militari presso la sua abitazione, è stato trovato in possesso di una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa e detenuta quindi illegalmente. Unitamente alla pistola i militari hanno sottoposto a sequestro un caricatore inserito con 4 proiettili camiciati calibro 7,65, un colpo non camiciato ed un colpo a punta cava. Nella circostanza veniva ritirata anche una carabina ad aria compressa a piombini e sequestrati in altro domicilio ulteriori 4 colpi calibro 7,65 ed uno calibro 12.

L’arrestato, espletate le  formalità di rito, è stato condotto nella Casa Circondariale di Gazzi.

A Giardini Naxos, invece, i militari del nucleo operativo e radiomobile, in collaborazione con i carabinieri, hanno tratto in arresto in due distinte circostanze tre pusher per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina e mariujana.

Nella prima circostanza, un soggetto classe ’89 di Taormina è stato sorpreso, a Calcarone, nella flagranza di reato mentre cedeva, dietro compenso, una dose di cocaina. L’acquirente, fermato subito dopo, veniva perquisito e trovato in possesso della dose appena ceduta. Lo stesso soggetto nella circostanza veniva segnalato al Prefetto di Messina per gli adempimenti del caso.

Insieme al giovane pusher, arrestato in flagranza del  reato di spaccio, veniva fermato anche un altro correo, classe ’99, che aveva messo a disposizione la propria abitazione per l’attività di vendita dello stupefacente. Nel giardino della sua abitazione, grazie ai servizi di osservazione e pedinamento dei giorni precedenti, i militati hanno trovato, ben occultati tra i cespugli, ulteriori 5 grammi di cocaina ed un bilancino di precisione perfettamente funzionante.

Gli arrestati, espletate formalità di rito, sono stati accompagnati presso il loro domicilio in regime di arresti domiciliari ed in attesa di essere giudicati innanzi alla competente Autorità Giudiziaria di Messina.

In un’altra circostanza i carabinieri dell’aliquota radiomobile, sempre a Giardini Naxos, hanno tratto in arresto un soggetto italiano, classe ’93, già conosciuto alle forze dell’ordine per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo marijuana.

Nel corso di apposito servizio, il soggetto, sottoposto a perquisizione personale e domiciliare, veniva trovato in possesso di uno zainetto contenente all’interno 21 dosi di marijuana del peso complessivo di oltre 30 grammi, due grinder, un bilancino di precisione, una busta in plastica contenente numerosi semi di marijuana, un coltello di genere vietato, e materiale da confezionamento.

Anche in questo caso, l’arrestato, espletato formalità di rito veniva sottoposto alla misura degli arresti domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments