MESSINA. Sono stati formalizzati lunedì i gironi e i calendari della prossima Lega Pro che vedrà impegnato l’Acr Messina. Peloritani inseriti nel girone C per quella che si annuncia una stagione ricca di entusiasmo con il ritorno del pubblico sugli spalti.

Tante le sfide ricche di fascino che vedranno il Messina tornare ai derby contro Catania e Palermo, per una Sicilia al completo nella stessa categoria come non accadeva dalla Serie A 2006 – 2007. Tanti anche gli  amarcord in perfetto stile calcio anni ’80 per le sfide contro i gemellati dell’Avellino, la corazzata Bari della famiglia De Laurentiis e il Foggia allenato da Zdenek Zeman.

Esordio ufficiale il prossimo 21 agosto, per il match di Coppa Italia contro la Juve Stabia. Campania che tornerà sul sentiero dei giallorossi otto giorni dopo, con il debutto contro la Paganese dell’ex Cocchino D’Eboli, fino ad alcune settimane fa protagonista dei festeggiamenti per la formazione che ha vinto il girone I della scorsa Serie D.

Tante ancora le incognite in riva allo Stretto, con una società che si è riorganizzata facendo tabula rasa anche della squadra che aveva stravinto il passato torneo. Un organico, quello che si sta conoscendo nel ritiro di Zafferana Etnea, ad oggi incompleto e che vedrà sulla panchina la presenza dell’ex capitano giallorosso, Sasà Sullo, reduce da un esonero al suo primo anno da allenatore in prima sulla panchina del Padova.

Un organico, quello dei giallorossi, che sarà puntellato nelle prossime settimane dal direttore sportivo Christian Argurio, in attesa di pescare nomi importanti anche nel mercato degli svincolati. Tanti i giovani in prestito che dovrebbero invece alternarsi in riva allo Stretto nel corso della prossima stagione.

Ma pronti via, all’esordio casalingo, e domenica 5 settembre al “Franco Scoglio” sarà già derby col Palermo. Un avvio che si preannuncia tutto sommato morbido per gli uomini di Sullo e che vedrà poi alla sesta il Bari in casa, alla settima il Foggia e un finale in salita con Catanzaro, Avellino, Latina, Taranto prima dell’ultima giornata, ancora tra le mura amiche, nel sentitissimo derby contro il Catania.

Esordio casalingo che come detto dovrebbe avvenire al “Franco Scoglio”, ma con incognite tuttora presenti e riguardanti le tempistiche di ammodernamento della struttura per renderla congrua alle prescrizioni della Lega Pro. Cinquecento mila euro l’investimento necessario, come annunciato dal sindaco De Luca nelle scorse settimane, che aveva tranquillizzato la tifoseria per la possibilità di utilizzo dell’impianto dal prossimo 20 agosto.

In forma cautelativa l’Acr Messina ha provvisoriamente inserito il “Razza” di Vibo Valentia nella pratica dell’iscrizione come possibile terreno di gioco casalingo nel caso in cui lo stadio di San Filippo non dovesse essere pronto nei tempi annunciati dal primo cittadino.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments