MESSINA. L’ora X è fissata per 12 di domani, lunedì 4 settembre, quando inizieranno le attività di svuotamento della condotta di Fiumefreddo e i successivi lavori di saldatura. Da quel momento, l’acqua verrà erogata in città a singhiozzo e a macchia di leopardo fino a sabato 9 settembre, quando, secondo l’Amam, la situazione dovrebbe rientrare alla normalità.

Quasi una settimana di disagi che inevitabilmente riportano alla mente dei messinesi la crisi idrica di due anni fa, quando l’intera città fu messa in ginocchio da una frana. Rispetto ad allora, tuttavia, la situazione è ben diversa, dato che i maggiori problemi dovrebbero essere circoscritti alle 48 ore successive alla sospensione della fornitura idrica, ovvero martedì e mercoledì, quando la distribuzione dell’acqua avverrà solo per tre ore al giorno e a zone alterne, grazie anche a un’integrazione del flusso idrico dall’acquedotto Alcantara.

Martedì 5 settembre resteranno a secco gli abitanti della zona nord, dato che la distribuzione avverrà dalle 5 alle 8 del mattino esclusivamente nelle zone comprese tra Giampilieri e viale Giostra. Mercoledì, al contrario, resteranno senz’acqua i cittadini della zona sud: l’erogazione avverrà infatti negli stessi orari solo nella zona compresa tra Piazza Castronovo e Torre Faro. Stesse riduzioni, in quei giorni, anche per chi riceve l’acqua dalla Santissima.

I lavori per completare le saldature nei due punti di giunzione con la condotta esistente avranno inizio lunedì (giorno in cui non dovrebbero verificarsi problemi) e termineranno mercoledì in tarda mattinata, intorno alle 12. La situazione, per gran parte della città, dovrebbe tornare alla normalità già il giorno successivo, con il progressivo riempimento dei serbatoi a partire dalle ore 4 di giovedì 7 settembre.

A subire i maggiori disagi saranno invece i tantissimi messinesi che abitano nelle zone collinari della città, collocate più in alto, che a causa dei problemi “strutturali” della rete idrica e della maggiore pressione richiesta, potrebbero dover attendere ancora qualche giorno prima di riaprire i rubinetti. Il termine ultimo? Sabato 9 settembre, quando secondo l’Amam l’intera città tornerà ad essere servita regolarmente.

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments