MESSINA. «In tempi di comunicazione attraverso i social sta emergendo un aspetto che per certi versi è inquietante: il cosiddetto fenomeno dei “leoni da tastiera”, ovvero di coloro che pensano di poter esprimere qualsiasi tipo di giudizio, su qualsiasi argomento». Parole del segretario provinciale della Silpol (sindacato italiano lavoratori polizia locale) Giuseppe Gemellaro, che esprime la sua soddisfazione per la denunzia a carico di tre “utenti” per diffamazione aggravata nei confronti della Polizia Municipale di Messina.

«Gli operatori della Polizia municipale – spiega – rappresentano uno strumento essenziale al servizio dei bisogni della collettività attraverso  forme di intervento che attengono alle innumerevoli funzioni da essi svolte. Per questo non sono per nulla restii al giudizio dei cittadini e non manifestano alcuna obiezione ad essere esposti anche alle critiche quando però queste si dimostrano utili per migliorare la qualità dei servizi resi.  Oggi è necessario tuttavia riflettere tutti, anche i soggetti istituzionali, sulla qualità della comunicazione pronunciata che può rendersi responsabile di quell’abbassamento del livello di credibilità e di sicurezza per chi opera in un contesto e con soggetti che diventano sempre più difficili. Abbiamo pianto tutti in questi giorni la triste fine del vice brigadiere dei CC Cerciello Rega ed ogni giorno, anzi ogni 3 ore e mezza, vi sono aggressioni alle forze dell’ordine ivi inclusa la Polizia Locale. Tutto questo non può trovare alimentazione fredda da parte dei citati “Leoni da Tastiera” che esprimono giudizi sommari e superficiali su soggetti e istituzioni che nemmeno conoscono. Né si dimostra utile da parte di chi ha l’obbligo di tutela istituzionale, l’utilizzo dei social su aspetti meritevoli di riserbo che quindi dovrebbero restare all’interno di procedure prettamente amministrative. Da tempo – conclude – richiamiamo come operatori di P.M., nella consapevolezza delle criticità note,  quel bisogno di attenzione che sicuramente non può essere quella di bassa qualità espressa nei post di fb o degli altri social. La crescita civile di una comunità comincia dal rispetto delle regole e soprattutto  dal rispetto degli altri».

 

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments